facebook twitter rss

La Lega di Fermo in visita alla Guardia di Finanza: «Insieme per tenere accesi i riflettori sulla legalità»

FERMO - Ribadita al colonnello Antonio Regina, comandante provinciale delle Fiamme gialle, la disponibilità alla collaborazione con iniziative di sensibilizzazione
Print Friendly, PDF & Email

«Illeciti, microcriminalità e spaccio: Fermo non può abbassare la guardia». I consiglieri del Gruppo Lega Fermo, Lorenzo Giacobbi, Gianluca Tulli e Luciano Romanella ne hanno parlato con il colonnello Antonio Regina, comandante provinciale della Guardia di Finanza nel corso di un incontro in cui hanno ribadito la disponibilità alla collaborazione con iniziative di sensibilizzazione alla legalità del territorio.

«Un’attività che – spiegano i consiglieri del Carroccio – vede la Lega Fermo attiva sotto e fuori dai riflettori con vicinanza e attenzione per le criticità riscontrate dalla popolazione come avvenuto, ad esempio, per i quartieri di Lido Tre Archi, San Giuliano e Santa Petronilla. Una lunga e proficua chiacchierata comprensiva di un focus sull’evoluzione di Fermo e del territorio negli ultimi 20 anni, progressivamente segnati da problematiche stringenti in più settori. Importanti, in questo senso, i risultati sono stati ottenuti proprio dal colonnello Regina e dai suoi uomini nei tre anni di servizio in zona tra cui l’intensa attività di verifica di illeciti economico-finanziari commessi nel settore della “spesa pubblica” ed in particolare quelli connessi allo stato emergenziale sanitario».

«Siamo contenti di esserci confrontati sul grande lavoro che la Guarda di Finanza sta svolgendo nel territorio comunale di Fermo – dichiarano i consiglieri leghisti – Al colonello e a tutto il personale in forza al presidio va il nostro ringraziamento per la presenza costante nei quartieri insieme alle altre forze dell’ordine ed il nostro supporto a sostegno della legalità per contrastare la microcriminalità».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti