facebook twitter rss

Roseto in trasferta per la chiusura della stagione regolare della Sutor

SERIE B - Ultimo appuntamento della regolar season, con i calzaturieri attesi domenica in casa della Liofilchem. Obiettivo: fare punti per mantenere la posizione playout e giocarsi poi tutte le carte in ottica salvezza agli spareggi. La presentazione del match affidata a Korsunov
Print Friendly, PDF & Email

 

MONTEGRANARO – Ultimo impegno nella regular season per la Sutor Basket che domenica giocherà in trasferta, al PalaMaggetti di Roseto, alle ore 18.00, contro la Liofilchem.

Una sfida importante perché i gialloblù saranno chiamati a difendere la loro posizione in classifica che in questo momento vale il playout salvezza. La squadra in settimana si è allenata bene e vorrà fare bella figura al cospetto di una delle migliori squadre del girone.

Contro gli abruzzesi, non sarà una sfida facile, Roseto ha dimostrato in tutta la stagione di essere in piena regola una corazzata di campionato: ha conquistato la Coppa Italia e, tramite i playoff, ambisce a fare il salto di categoria. Arbitri Questa la coppia designata per la gara in esame: Mattia De Rico di Venezia e Matteo Rodi di Vicenza.Andata Nella sfida giocata nel girone di andata, la Liofilchem si è imposta a Montegranaro per 83-69, con Dario Masciarelli che fu il miglior realizzatore gialloblù, grazie ai 26 punti, seguito da Korsunov con 15. Con Kirill Korsunov (nella foto in azione all’interno della Bombonera) abbiamo quindi provato a fare il punto della situazione sulla gara prevista in terra teramana.

Korsunov, che gara sarà secondo lei quella con la Liofilchem?

«Una partita molto difficile contro un avversario che ha dimostrato di poter effettuare il salto di categoria in questo torneo. Sarà per noi un test importante prima di poter eventualmente disputare il playout salvezza».

Come sta andando la sua stagione a Montegranaro?

«In questo momento mi sento molto in sintonia con la squadra. Ho iniziato a prendermi con più costanza le mie responsabilità e spero che le mie prestazioni possano continuare così anche nei playout perché voglio, insieme ad i miei compagni, arrivare alla salvezza».

Se il campionato finisse oggi, nei playout vi toccherebbe Cesena. Secondo lei sarebbe un buon accoppiamento?

«Sì, secondo me possiamo giocarci contro i Tigers le nostre possibilità di salvezza. Loro sono abbastanza fisici e noi per venire a capo di questi avversari, in campo dovremo dare il massimo».

Cosa si sente di dire ai tifosi della Sutor?

«Che dobbiamo essere tutti uniti per raggiungere la salvezza. Naturalmente in casa servirà anche il loro incitamento per arrivare ad ottenere la permanenza in questo torneo».

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti