facebook twitter rss

Scuola di Pallavolo Fermana alle final four, a Budrio si andrà a caccia del Tricolore

SITTING VOLLEY - Nel segno della Synergie la compagine del presidente Remo Giacobbi, unitamente al lavoro degli amici di Monte San Giusto, nel weekend alle porte se la vedrà con le formazioni di Nola Città dei Gigli, attuale campione in carica, Cedacri Sitting Volley Giocoparma ed Alta Resa Pordenone per cercare di conquistare l'ambito titolo di Campioni d'Italia
Print Friendly, PDF & Email

 

FERMO – Terminati gli incontri dei gironi di qualificazione, sono noti i nomi delle quattro squadre di sitting volley maschile che sabato 21 e domenica 22 maggio a Budrio si contenderanno il titolo di Campioni d’Italia.

Alla final four parteciperanno le formazioni di Nola Città dei Gigli, attuale campione in carica, Cedacri Sitting Volley Giocoparma, Alta Resa Pordenone e Synergie Fermana. Una sfida di certo non facile che, nella due giorni emiliana, vedrà la formazione gialloblu impegnata nel difendere un percorso fatto, fin qui, di entusiasmo e fatica, portando avanti con determinazione l’obiettivo di arrivare in finale per riuscire a conquistare un titolo per ora solo sfiorato con il secondo posto del 2018.

La formazione della Synergie Fermana, nata e cresciuta sotto l’egida della Scuola di Pallavolo Fermana è, insieme alla squadra di Monte San Giusto, l’unica realtà marchigiana a portare avanti uno sport, il sitting volley, inclusivo e capace di mettere fianco a fianco sul paquet disabili e normodotati. Per questo, a crederci fortemente, investendo sui ragazzi e sulla loro avventura, c’è una realtà multinazionale leader nel settore delle agenzie per il lavoro, la Synergie Italia. «La nostra azienda crede ed investe da sempre nello sport, – ha dichiarato Luca Catinari, area manager per il settore adriatico – perché riconosciamo alle discipline sportive l’essere da stimolo per la crescita dell’individuo. Puntiamo sui giovani, sul mondo della scuola, sui corsi professionalizzanti e crediamo che il mondo del lavoro debba essere aperto ed inclusivo, fornendo opportunità e non ponendo ostacoli. Si tratta di valori condivisi dalla Synergie Italia e della squadra gialloblu che diventa così, con nostro grande orgoglio, la Synergie Fermana. Nessuno più di noi sa quanto sia importante dare a tutti, anche alle persone disabili, l’opportunità di scendere in campo e per questo abbiamo previsto specifici piani di inserimento lavorativo e investiamo su una realtà vivace ed in continuo fermento che tiene alta la bandiera del sitting volley marchigiano».

Se da parte della Synergie, che per l’area Marche sud ha sede a Civitanova Marche, arriva il prezioso sostegno e contributo verso la finalissima, certi che la collaborazione resterà salda e duratura per il prossimo futuro, nelle fila di casa, ad incoraggiare la squadra, ci pensa il presidente della società, Remo Giacobbi: «Il sitting volley ha regalato a Fermo grandi emozioni, dando alla città la possibilità di organizzare alcune delle tappe decisive dei campionati degli ultimi anni, ma anche facendo in modo che sempre più persone si avvicinassero ad uno sport bello ed inclusivo. Ora resta da fare l’ultimo, decisivo passo verso la conquista di un titolo italiano che ci regalerebbe la gioia più grande. Siamo e resteremo concentrati sull’obiettivo fino alla fine, ma la vittoria più grande è e resta la nostra unicità, il nostro saper essere squadra e piccolo, grande unicum regionale». L’appuntamento è fissato, non resta che attendere l’imminente weekend per una due giorni di forti emozioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti