facebook twitter rss

Parte il Domina Festival con Lighea e Tomassetti. La sindaca Piermarini: «Spazio alle giovani artiste» (Videointerviste)

ORTEZZANO - Ieri la serata inaugurale. Si prosegue oggi con Asia Ghergo in concerto preceduta da un Opening Act di Emma Marini. Domani, invece, il concerto di La complice (nome d’arte di Ilenia Ciarrocchi) per la serata conclusiva
Print Friendly, PDF & Email
Le interviste al Domina Festival di Ortezzano

servizio di Antonietta Vitali

«Il festival nasce perché la nostra amministrazione ha deciso di dare credito a tutti i giovani ma soprattutto alle giovani donne che hanno qualcosa da dire, qualcosa da mostrare e tutte le cantautrici che prenderanno parte a questo festival hanno molto da dire e sanno come farlo perché sono delle bravissime artiste” con queste parole la sindaca di Ortezzano Carla Piermarini lancia la prima edizione, ieri sera all’esordio, del Domina Festival di Ortezzano, affiancata dalla vicesindaca Erika Acciarri che sottolinea: «Non esistono ruoli per donna e ruoli per uomo, entrambi possono fare tutto» e che si augura che «questo festival sia solo la prima edizione di una lunga serie».

Protagoniste le donne e il mondo musicale femminile al Domina Festival di Ortezzano che quest’anno parte, dicevamo, con la sua prima edizione. A raccontare come è nata l’idea proprio Carla Piermarini il cui insediamento in amministrazione è giunto con le ultime comunali del 2021. Un giorno incontra in Comune un promoter di eventi per predisporre il calendario estivo e lui le parla anche, tra le tante artiste, di sua figlia, che è una giovane cantante youtuber, alla quale viene proposta subito una data in cui esibirsi. La ragazza accetta dicendo però che una data sola è sicuramente interessante ma forse poco incisiva e la sindaca recepisce l’input. Ne parla con Erika Acciarri e in accordo con tutta la giunta comunale e sotto il Patrocinio della Commissione per le Pari Opportunità della Regione Marche parte l’idea di un evento da svilupparsi in tre serate con cinque donne protagoniste e che sul palco portino la loro musica ma rispondano anche ad un dibattito sui temi della donna.

Doralia Tomassetti ha aperto la serata inaugurale di ieri con una madrina d’eccezione, l’artista fermana Tania Montelpare in arte Lighea, le due sono legate da una profonda amicizia fatta anche di una complicità che hanno diviso e trasmesso sul palco.
«Viviamo questa serata con spirito di amicizia e – le parole di Lighea – con tanta emozione. Come vorremmo un mondo al femminile? Beh migliore di come le donne spesso lo vivono». «Un mondo unito, autentico, solidale e – rimarca Tomassetti – forte». «Soprattutto solidale» aggiunge Lighea. Oggi sarà la volta di Asia Ghergo in concerto preceduta da un Opening Act di Emma Marini. Domani, invece, il concerto di La complice (nome d’arte di Ilenia Ciarrocchi) per la serata conclusiva. Moderatore di tutte e tre le serate Michele Monina, critico musicale, autore televisivo, scrittore e giornalista di origine anconetane da venticinque anni a Milano e che nel corso della sua carriera si è sempre speso affinché le donne possano avere più spazio in ambito musicale. Da parte del Presidente della Provincia di Fermo Michele Ortenzi i complimenti a Carla Piermarini e Erika Acciarri (che siede accanto a lui anche in Consiglio Provinciale) per l’organizzazione di questo evento al quale «la Provincia di Fermo – rimarca il presidente – ribadisce tutto il più completo appoggio. La Provincia è vicina perché il tema delle donne, soprattutto rapportato al mondo del lavoro, è un tema molto attuale e molto sentito. Insieme alla consigliera Luciana Mariani ci stiamo spendendo moltissimo per le tematiche legate al mondo femminile che stiamo cercando di veicolare in più ambiti partendo dalle scuole secondarie e superiori». Saranno presenti alla serata di oggi la Presidente della Commissione per le Pari Opportunità Maria Lina Vitturini che, a causa di un imprevisto, non ha potuto partecipare alla serata inaugurale, e il prefetto Vincenza Filippi. L’estate di Ortezzano non si ferma qui, il 5 agosto è previsto un convegno di approfondimento sulla lingua latina ricordando il professore e studioso ortezzanese Giuseppe Carboni nel giorno in cui ricorre la sua nascita. In cartellone anche gli appuntamenti classici del paese, l’11 giugno la piazza sarà dedicata ai bambini con giochi e spettacoli per loro, e si è da poco concluso un progetto murales dedicato all’espressività artistica dei giovani. Atteso già per il prossimo anno il Domina Festival, un evento che racconta come donne di carattere, determinate e intelligenti, mettendosi insieme con complicità e unione possano trasformare le idee in vere e proprie rassegne che sanno segnare il passo con i tempi e che possono essere di esempio per altre proposte legate alle tematiche della donna. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti