facebook twitter rss

Giovani ubriachi e risse, in dieci al Pronto Soccorso. Notte di emergenze per la Croce azzurra

PORTO SAN GIORGIO - La pubblica assistenza sangiorgese è stata impegnata nel corso di tutta la nottata per soccorrere ragazzi ubriachi. Con la Polizia di Stato due interventi per altrettante risse, la prima sul lungomare nord, la seconda in zona stazione ferroviaria. Tra i ragazzi soccorsi anche dei minorenni
Print Friendly, PDF & Email

(foto di repertorio)

di Giorgio Fedeli

Nottata di emergenze, senza soluzione di continuità, quella appena trascorsa, per la Croce azzurra di Porto San Giorgio. Dalle 23 di ieri, e fino alle prime ore di oggi, la pubblica assistenza sangiorgese ha effettuato ben 18 interventi di vario genere. E dieci giovani, tra cui anche alcuni minorenni, sono finiti all’ospedale. Nessuno, bene dirlo subito, in gravi condizioni.

La Croce azzurra di Porto San Giorgio era pronta, con tre ambulanze, ad affrontare la notte più lunga dell’estate, quella in cui centinaia di ragazzi, come da tradizione, si ritrovano sul lungomare e sulla spiaggia per trascorrere la nottata e fare l’alba.

I sanitari sanno che è una di quelle nottate in cui è bene mettere in preventivo un andirivieni tra sede, lungomare e Pronto soccorso. E così è stato, infatti. I militi sono stati chiamati, nel corso di poche ore, quelle che hanno diviso la notte dal sorgere del sole, a soccorrere diversi giovani, quasi tutti per abuso di alcool. Alcuni di loro hanno rifiutato il trasporto in ospedale, altri invece, otto per la precisione, sono finiti al Pronto soccorso. E tra di loro anche alcuni minorenni.

Ma non finisce qui. L’Azzurra è intervenuta anche, in due distinte occasioni, insieme alla Polizia di Stato, per soccorrere altrettanti ragazzi a seguito di risse sedate praticamente sul nascere dalle divise. La prima sul lungomare nord, la seconda in zona stazione ferroviaria. Anche in questo caso, fortunatamente, nulla di grave per le persone coinvolte.

Dunque una notte di soccorsi, di richieste di intervento, che hanno visto impegnate la pubblica assistenza sangiorgese e la Polizia di Stato, a più riprese. Che potessero essere ore movimentate, sfogliando lo ‘storico’ dei vari 14 agosto, era facilmente prevedibile, lo sapeva anche l’amministrazione comunale visto che l’assessore alla sicurezza Lauro Salvatelli aveva predisposto anche un servizio di steward contro vandalismo ed eccessi. Ma se, a onor del vero, non si registrano danni, purtroppo i rinforzi non sono bastati per arginare il fenomeno preoccupante e sempre più diffuso, soprattutto tra giovanissimi: l’abuso di alcool.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti