facebook twitter rss

Villa Baruchello, avanti tutta con i lavori di riqualificazione

PORTO SANT'ELPIDIO - Il primo cittadino Franchellucci: «Eliminazione delle piante a fine vita, ripiantumazione con nuove alberature, riqualificazione dell’illuminazione». Il vicesindaco Stacchietti: «Il viale vedrà la piantumazione di una siepe di lecci. L’implementazione dell’impianto di illuminazione, invece, è stato pensato per garantire maggiore sicurezza. Anche il viale verrà riqualificato»
Print Friendly, PDF & Email

Sono partiti i lavori di riqualificazione di Villa Baruchello e l’intervento si è concentrato lungo il viale della villa dove sono stati rimossi tutti gli alberi a fine vita ed è stato preparato il terreno per la piantumazione delle nuove alberature. Lo step successivo sarà la piantumazione dei Lecci sul viale cui seguirà la realizzazione dell’impianto di irrigazione, la posa in opera del nuovo impianto di illuminazione e la sistemazione dei cancelli per le aperture e chiusure automatizzate.

«Il viale – spiega il vicesindaco Daniele Stacchietti  – vedrà la piantumazione di una siepe di lecci, per avere un effetto binocolo che  permette al visitatore di mantenere l’attenzione sulla facciata della villa, intervallate da  alberature a chioma (sempre lecci) per creare ombra a chi vorrà godere del parco. L’implementazione dell’impianto di illuminazione, invece, è stato pensato per garantire maggiore sicurezza e dare , comunque, un effetto ottico suggestivo grazie all’utilizzo di impianti a terra e su pali. Anche il viale verrà riqualificato mediante ghiaino stabilizzato che ha una resa più performante in caso di pioggia».

Terminato il primo stralcio che riguarda l’area del viale, si procederà con lo stesso modus operandi per la riqualificazione dell’esedra e successivamente del giardino ed  infine il bosco. 

«La modalità operativa – spiega il sindaco Nazareno Franchellucci – sarà sempre la stessa: eliminazione delle piante a fine vita, ripiantumazione con nuove alberature, riqualificazione dell’illuminazione. La decisione di operare a settori è stata scelta per far convivere i lavori nella villa con le molteplici realtà associative che vi operano quotidianamente ed in cui svolgono la loro attività».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti