facebook twitter rss

Monterubbiano e le sue vie dei presepi: coinvolte anche le frazioni di Rubbianello, Montotto e Chiesanuova

MONTERUBBIANO - Si tratta di un percorso itinerante che si snoderà nel centro storico durante le festività natalizie. A partire dall'11 dicembre i turisti potranno visitare i presepi realizzati nel centro storico e nelle varie frazioni. La sindaca Marziali: «Ritrovare il senso di collaborazione era per noi prioritario»
Print Friendly, PDF & Email

 

“Monterubbiano: le vie dei presepi”. È la nuova denominazione dell’iniziativa che caratterizzerà le festività natalizie di Monterubbiano. Un percorso che si snoderà nel centro storico – a partire dalla Chiesa di San Francesco – ma anche nelle frazioni di Rubbianello, Montotto e Chiesanuova.

«Si tratta di un ritorno alla formula originaria – rimarca la sindaca Meri Marziali – di un’iniziativa nata nel 2011 da un’idea di una cittadina di abbellire le vie realizzando dei presepi fuori dalle abitazioni. Negli anni si sono susseguite varie modalità e dopo una serie di riunioni organizzative che hanno visto il coinvolgimento di cittadini ed associazioni, abbiamo scelto di ampliare la proposta. Il nostro invito è stato raccolto pienamente dall’Armata di Pentecoste con tutte le sue corporazioni, dal gruppo parrocchiale, dalla Pro Loco e da tanti cittadini e commercianti che hanno voluto dare il proprio fondamentale contributo».

Attraverso un percorso itinerante, che verrà illustrato con una mappa sia cartacea che virtuale, i turisti potranno così visitare a partire dall’11 dicembre (con l’inaugurazione programmata per le ore 18) i presepi realizzati nel centro storico e nelle varie frazioni, assaporando quello spirito unitario che l’Amministrazione comunale ha voluto far emergere in questa nuova edizione dell’iniziativa. «Ritrovare il senso di collaborazione era per noi prioritario – conclude la prima cittadina -, dando al contempo ampio spazio alle scuole e ai giovani monterubbianesi che potranno esporre i loro presepi all’interno del Polo San Francesco».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti