facebook twitter rss

Ai nastri di partenza la Fiera d’autunno 2022. Marcattili a Radio Fm1: «Tanti stand, ambulanti, espositori e performance artistiche» (Videointervista)

PORTO SAN GIORGIO - L'appuntamento introduce il Natale, quest'anno incentrato su presepi e Lo Schiaccianoci. Marcattili: «Dati presenze-arrivi? Con appartamenti, alberghi e b&b intercettiamo un turismo diverso e spalmato durante l'anno»
Giampiero Marcattili a Radio Fm1

di Alessandro Luzi

È partito il countdown per la nona edizione della Fiera d’autunno, sicuramente uno degli eventi più attesi a Porto San Giorgio. Dopo la conferenza stampa di presentazione, ieri è intervenuto ai microfoni di Radio Fm1 Giampiero Marcattili, assessore al commercio, per illustrare il programma completo: «È un appuntamento a cui questa amministrazione tiene molto – ha esordito – è stato introdotto nove anni fa dall’assessore Catia Ciabattoni e continuiamo a portare avanti l’iniziativa, ormai punto di riferimento per la città in quanto apre le porte alla programmazione natalizia. Concentra sempre tante presenze ed è un’importante vetrina per Porto San Giorgio. Per quanto riguarda il numero di ambulanti, siamo in linea con la scorsa edizione. Alle 7 verranno avviate le procedure di montaggio e alle 8 si partirà con la fiera vera e propria. Il tutto terminerà entro le 22. L’area dell’evento, a differenza del consueto mercato cittadino, comprende anche viale Don Minzoni e la zona centrale di viale Cavallotti. Nel primo verrà ospitato il mercato di prodotti a chilometro zero della Coldiretti, il secondo diventerà un vero e proprio palcoscenico a cielo aperto con le performance dei ragazzi del Liceo Artistico e non solo. È prevista una sezione dedicata al body painting. Prendendo spunto dalla tradizionale fiera di San Giorgio, verrà adibita un’area dedicata al food, un’altra agli animali e su viale Buozzi verrà allestita una mostra d’auto d’epoca curata da Campe, associazione di auto e moto d’epoca». Tante le associazioni in campo, ci saranno come sempre la Croce Azzurra, la Protezione Civile, l’Avis. C’è però il nodo legato al meteo, nel weekend infatti sono previsti dei locali acquazzoni: «Le postazioni sono protette perché le vie del centro sono strette e i palazzi costituiscono una sorta di barriera. Incrociamo le dita e speriamo di assistere ad una giornata soleggiata. Siamo nelle mani del meteo, tuttavia siamo convinti che come ogni anno riusciremo a dare una risposta vincente». Accanto all’organizzazione dell’evento è stato predisposto un piano certosino per la gestione del traffico: «Sarà attivo il servizio bus navetta gratuito in tutta la città e sono previste più fermate rispetto ai tragitti ordinario. Le aree adibite a parcheggio sono in prossimità del grattacielo, della Cosmo (appena dopo la stazione) e tutta via XX Settembre».

Marcattili ha diffuso anche qualche anticipazione sul Natale 2022: «Due saranno i temi principali. Uno di carattere religioso con l’allestimento dei presepi presso la chiesa del Crocifisso, la sala Castellani e la piazzetta difronte al Teatro Comunale. L’opera gentilmente concessa da Renata Ficiarà ha oltre 400 meccanismi ed è tra i più grandi della regione. L’altro filo conduttore sarà dedicato alle famiglie e riguarderà la pellicola Lo Schiaccianoci. Abbiamo chiesto ai commercianti di addobbare le vetrine seguendo il tema principale per rendere l’atmosfera più suggestiva e accogliente».

In settimana la Regione Marche ha diffuso i dati sulle presenze e gli arrivi. Ha fatto discutere che Porto San Giorgio non è nella top ten: «È normale – ha commentato -. Il riferimento riguarda i mesi estivi, ossia giugno, luglio e agosto. La nostra città ha un turismo caratterizzato da seconde case e alberghi quindi ha una capienza ridotta rispetto ad altre località. Noi dobbiamo prendere di riferimento tutto l’anno perchè, per esempio, durante i mesi invernali riusciamo ad intercettare il turismo religioso per via di uno dei più importanti centri neocatecumenali d’Europa. Nel periodo estivo invece non abbiamo un elevato numero di posti letto e delle strutture ricettive in grado di registrare presenze cospicue. Comunque il dato di presenze-arrivi dei Comuni limitrofi è incoraggiante e ha risvolti positivi anche per il nostro paese in quanto il turista si sposta in tutto il territorio provinciale».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti