facebook twitter rss

Area vasta 4, prorogati i contratti a tempo determinato. Esulta la Cisl: «Vinta la battaglia principale»

FERMO - Il segretario Donati: «Continuerà comunque la nostra pressione sulla Regione per ottenere il riequilibrio della dotazione organica che in Av4 è penalizzata in media del 20% rispetto ad altri e comporta una carenza importante di tempo assistenziale nei confronti dei malati ed utenti»
Print Friendly, PDF & Email

Giuseppe Donati

«Abbiamo vinto la battaglia principale». Con quest’esternazione che non nasconde una grande soddisfazione, Giuseppe Donati, segretario Cisl comunica che «con nota in data odierna, il direttore del Dipartimento Salute della Regione, rispettando l’impegno assunto con la Rsu di Area Vasta 4 nell’incontro svoltosi presso il Servizio Salute, ha certificato la proroga dei contratti a tempo determinato in scadenza il 31 dicembre fino almeno a fine aprile 2023. Poi spetterà al direttore di Ast di Fermo, assumere decisioni per ulteriori proroghe».

«Ci abbiamo creduto come Cisl Fp – aggiunge il segretario – sostenendo in tutto la vertenza della Rsu di Area vasta 4 e condividendo lo stato di agitazione del personale. Oggi finalmente è arrivata la conferma delle proroghe. Va specificato a chiare note che la comunicazione menziona, come condizione, il rispetto del tetto di spesa del personale come determinato nella delibera di giunta regionale 1045 dell’8 agosto 2022. Area Vasta 4 essendo stata virtuosa nella spesa, ha certamente le risorse per prorogare i contratti a tempo determinato. Altre realtà, non ne siamo certi. Sperando che quest’ultime non andranno a spendere come avvenuto di recente, soldi altrui. Sarebbe la legittimazione del premiare chi non ha saputo gestire.

Per Area vasta 4 questo è importante ma rappresenta solo una boccata d’aria che però ci permetterà di non disperdere le competenze acquisite dai colleghi precari in attesa del completamento del percorso di stabilizzazione ex legge Madia e di quello successivo, per il personale impegnato nell’emergenza Covid.

Continuerà comunque la nostra pressione sulla Regione per ottenere il riequilibrio della dotazione organica che in Av4 è penalizzata in media del 20% rispetto ad altri e comporta una carenza importante di tempo assistenziale nei confronti dei malati ed utenti.

L’ appuntamento ora è per venerdì 2 dicembre in piazza del Papa ad Ancona per la manifestazione di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl insieme ai sindacati Medici. Lo slogan? Sanità non se ne può più!».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti