facebook twitter rss

«Lungimiranza, condivisione e informazione»: la ricetta dell’associazione “Giorgio La Pira” per Fermo e P.S.Giorgio (Videointervista)

FERMO - Ai microfoni di Radio Fm1 sono intervenuti il prof. Maurizio Temperini, presidente dell'associazione culturale "Giorgio La Pira" e Giovanni Lanciotti, membro del consiglio direttivo. Il primo incontro si terrà venerdì 9 dicembre alle 20.45 nella sala della Società Operaia di Porto San Giorgio
Print Friendly, PDF & Email
Giovanni Lanciotti e il prof. Temperini ai microfoni di Radio FM1

Giovanni Lanciotti e Maurizio Temperini

 

Questa mattina ai microfoni di Radio Fm1 sono intervenuti il prof. Maurizio Temperini, presidente dell’associazione culturale “Giorgio La Pira” e Giovanni Lanciotti, membro del consiglio direttivo della stessa. Come vi avevamo raccontato in un precedente servizio (clicca qui per leggere l’articolo) l’associazione si è costituita lo scorso 3 dicembre ed ha lo scopo di aggregare e ragionare su temi come politica e cultura, in ottica di una maggior collaborazione tra i comuni di Fermo e Porto San Giorgio.

«L’associazione sorge a seguito di un incontro tra amici residenti a Fermo e Porto San Giorgio che sentivano la necessità di creare e favorire la crescita della collaborazione tra le due amministrazioni – ha spiegato nel dettaglio Temperini -. Dunque è nata l’idea di costituire un’associazione culturale ai fini di portare avanti nella continuità un progetto che si estenda anche alle questione pratiche di tipo amministrativo».

Ascolta la notizia:

Un’associazione ambiziosa ma umile. «Noi vorremmo essere un lumicino e metterci a disposizione – sottolinea Lanciotti -. Molto spesso all’interno delle amministrazioni si cerca di guardare il proprio orticello senza alzare lo sguardo verso il comune limitrofo: le amministrazioni vivono nell’affanno di risolvere i problemi dei propri cittadini e per loro è difficile avere il tempo per focalizzarsi oltre l’orizzonte del territorio comunale. Ecco perché abbiamo pensato ad una serie di 7 incontri che non si concentrano sulla singola città bensì sul territorio. Essi servono a far crescere la cittadinanza anche a livello emotivo, perché negli ultimi anni sono cresciuti l’individualismo, l’indifferenza e la fuga dalla politica. Inoltre sono uno strumento divulgativo che sopperisce alla carenza di informazione di alcuni membri dei consigli comunali o delle giunte, che spesso si ritrovano lì senza cognizione di causa sulle effettive problematiche. Noi vogliamo fare formazione permanente».

Il primo incontro che l’associazione organizzerà e “Giorgio la Pira: la politica e le vie della pace”, che si terrà venerdì 9 dicembre alle 20.45 nella sala della Società Operaia di Porto San Giorgio. All’evento prenderà parte Claudio Turrini, scrittore, giornalista, socio fondatore della fondazione Giorgio la Pira di Firenze. Interverrà anche Giovanni Spinoso, autore dell’opera “Giorgio la Pira: i capitoli di una vita”.

«Come ci ha insegnato Giorgio la Pira dobbiamo abbattere muri e costruire ponti. Sarebbe una bella cosa per questo territorio che Fermo e Porto San Giorgio dialogassero e collaborassero – ha continuato Lanciotti -. Serve lungimiranza da parte dei sindaci: ci piace pensare ad una giunta unica, con a capo Calcinaro e Vesprini, che ogni tanto si riunisce per affrontare e cercare di risolvere le problematiche comuni. Un esempio? Con Lido di Fermo a nord e Marina Palmense a sud, perché ragionare in maniera individuale anziché fare un progetto unico che comprenda anche Porto San Giorgio?» il suo interrogativo.

«Invitiamo tutti a partecipare agli incontri – la chiosa del professor Temperini -. L’associazione è apartitica ed ha bisogno di persone ed idee».

 

Articoli correlati:

Ecco l’associazione ‘Giorgio La Pira’ per aggregare Fermo e P.S.Giorgio sulla scia di politica e cultura


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti