facebook twitter rss

Questione Natura: «Realizzati 363 eventi nel 2022»

IL REPORT del presidente Roberto Cameli: «Il nostro scopo: promuovere la delicatezza, la diversità e l’amore nel mondo, per un domani migliore che sarà il nostro»
Print Friendly, PDF & Email
«In totale abbiamo realizzato 363 eventi durante i 365 giorni del 2022». Per il presidente di Questione Natura, Roberto Cameli, è tempo di bilanci. E si passa subito alle ‘specifiche’. «61 eventi di raccolta rifiuti: Ambientiamoci Insieme, 158 eventi di raccolta mascherine e scoperta del territorio: #MaskFree, 13 convegni culturali e critiche letterarie: La Voce dei Giovani, 2 momenti pensati per conoscere meglio le tradizioni culinarie del territorio e per stare insieme: Incontriamoci, 52 uscite alla scoperta della natura e della storia del nostro territorio: escursioni di Questione Natura (Happy Borghi), 29 lezioni e uscite con gli studenti che cambieranno il domani: Educazione ambientale e civica nelle scuole, 6 cortometraggi con dei forti messaggi di sensibilizzazione, 8 laboratori, dialoghi, confronti: poesia, pittura, riuso creativo, servizi sociali e percorsi degli odori e 14 progetti di piantumazione».
«Abbiamo tenuto lezioni con i bambini dei centri estivi e della ludoteca di San Benedetto del Tronto, abbiamo tenuto aperto per il periodo estivo – aggiunge Cameli nel suo report – un punto informativo e di supervisione presso la DogBeach: Spiaggia dei Cani a Grottammare. Abbiamo salvato la riserva naturale Sentina da un incendio doloso, riuscendo a limitare i danni del fuoco. Siamo stati operativi maggiormente tra le province di Ascoli Piceno, Fermo e Teramo. Con i nostri eventi nel 2022 abbiamo raggiunto 8 regioni: Marche, Abruzzo, Lombardia, Lazio, Umbria, Molise, Toscana ed Emilia-Romagna.
Un anno passato con le persone, per le persone e tra le persone. Le nostre campagne sono incentrate contro la grande distribuzione e le catene di allevamenti intensivi e sostenibili. È sufficiente abbracciare la “filiera corta, il km0, scegliere prodotti biologici e privi di sofferenza e maltrattamento animale, seguire il flusso delle stagioni per l’alimentazione come per il vestiario. Un anno dedicato anche alla bellezza di vedere la natura libera dai rifiuti. Bellezza che abbiamo scoperto nelle varie uscite per il territorio, nei borghi e nei parchi, nei monumenti e nella storia. Tutto quello che abbiamo fatto ha avuto un focus principale: i giovani. È per questo che li abbiamo coinvolti il più possibile e poi abbiamo ideato per loro una serie di uscite, coinvolgendo le scuole, per far capire che esiste un’alternativa a questa vita di lavoro e poche soddisfazioni che si prospetta loro davanti: è la vita dell’amore, dei sentimenti, del volersi bene e del saper stare insieme. Ed è questo il nostro scopo: promuovere la delicatezza, la diversità e l’amore nel mondo, per un domani migliore che sarà il nostro. Grazie di cuore a tutte le persone che ci hanno aiutato in questo percorso magnifico, tantissime e ci vogliamo bene. Grazie anche a tutti coloro che ci seguono quotidianamente e ci danno supporto, vero motivo per cui la danza non si ferma.
Che il 2023 sia l’anno in cui finalmente realizziamo i nostri sogni»

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti