facebook twitter rss

Metrotranvia Mare-Monti, il comitato in pressing per lo studio di fattibilità

INFRASTRUTTURE - «Il presidente ed il vicepresidente della Provincia di Fermo (Michele Ortenzi e Paolo Calcinaro, ndr) hanno più volte pubblicamente riconosciuto che la Metrotranvia è un’opera strategica prioritaria e creato una posta di bilancio per finanziamento dello studio di fattibilità. Eppure il tema ristagna da troppi mesi. Cesetti e Putzu disponibili ad azione bipartisan»
Print Friendly, PDF & Email

Il recente incontro con l’ingegner Giorgio Spadi

Ad un anno dal lancio della sua iniziativa, Il Comitato per la Metrotranvia Mare Monti prova a stringere e raccogliere le istituzioni locali intorno all’obbiettivo di realizzare in tempi brevi lo studio preliminare di fattibilità. «La proposta – spiegano – è dotare il Fermano di un asse di trasporto pubblico moderno e sostenibile su rotaia, dalla costa ai Sibillini, sul quale si innestino forme di mobilità nuova, dai percorsi ciclabili e pedonali ai servizi di trasporto a domanda individuale».

»Il sistema attuale, totalmente basato sul trasporto su gomma, privato e pubblico – aggiungono dal comitato MMM – appare infatti inadeguato a sostenere lo sviluppo territoriale e l’indispensabile rilancio delle aree interne. Malgrado le possibili ottimizzazioni della viabilità attuale, ne sono sempre più evidenti i costi insostenibili in termini di congestione, inquinamento e spese correnti. In una provincia dal reddito disponibile basso (67ma nella classifica nazionale) le famiglie hanno sempre maggiori problemi a pagare le spese dell’auto, mentre grandi autobus macinano, semivuoti, ampi spazi, con grande spreco di risorse. Tutto ciò senza raggiungere l’obiettivo di servire i borghi che stanno morendo per abbandono. Lo studio di fattibilità proposto dal Comitato, indipendentemente dal suo esito, ha il grande vantaggio di focalizzare l’attenzione sul sistema complessivo della mobilità provinciale, contribuendo ad una migliore programmazione di lungo periodo e ad un uso più efficiente delle risorse.

Lo hanno capito bene le decine di Comuni che hanno deliberato in suo favore, come pure molti ordini professionali, associazioni imprenditoriali e il Parco dei Sibillini. In un convegno del 5 marzo 2022 l’ingegner Giorgio Spadi, presidente del Collegio degli Ingegneri Ferroviari di Milano, ha individuato le soluzioni tecniche più opportune e presentato linee similari già realizzate in Italia e in Europa».

«Il presidente ed il vicepresidente della Provincia di Fermo (Michele Ortenzi e Paolo Calcinaro, ndr) hanno più volte pubblicamente riconosciuto che la Metrotranvia è un’opera strategica prioritaria e creato una posta di bilancio per finanziamento dello studio di fattibilità. Eppure il tema ristagna da troppi mesi, malgrado che il Comitato abbia individuato e suggerito vari studi professionali disponibili a farlo con costi accettabili. Si tratta quindi di un ultimo appello alla responsabilità della classe politica locale, incoraggiato dall’impegno espresso recentemente dai consiglieri regionali Andrea Putzu e Fabrizio Cesetti, che sono disponibili ad intraprendere un’iniziativa bipartisan simile a quella già percorsa con successo, con l’adozione di una legge regionale a favore della strada mare-monti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti