Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook twitter rss

‘’Il Palio dell’Assunta si corre a scuola’’, il progetto per far scoprire la Cavalcata agli studenti fermani 

FERMO - Undici i plessi delle scuole primarie coinvolti. Le attività si articoleranno in tre incontri differenziati per le diverse classi: le prime e le seconde realizzeranno i pannelli per la scenografia; le terze vestiranno gli abiti dei personaggi del corteo di contrada mentre le quarte e le quinte affineranno le tecniche per organizzare la sfilata

‘Il Palio dell’Assunta si corre a scuola’ è il progetto che, partito da qualche giorno, interesserà ben 11 plessi delle scuole primarie di Fermo.

«Grazie all’operoso lavoro delle dieci contrade cittadine e con il supporto dei vicepresidenti della Cavalcata Andrea Monteriù e Roberto Montelpare – spiega l’ideatrice del progetto Gaia Capponi – i bambini vivranno momenti intimamente legati al territorio: unici e importanti in termini di arricchimento del proprio bagaglio culturale, sociale e relazionale. Il filo conduttore è il viaggio alla scoperta della Cavalcata e Palio dell’Assunta attraverso il racconto del corteo processionale e della corsa dei cavalli che si svolgevano a Fermo nel giorno di Ferragosto, dedicati alla patrona della città, la Vergine Maria Assunta in Cielo come testimoniato nella pagina miniata del Missale de Firmonibus del 1436. Potranno sperimentare il grande lavoro che si rinnova da 42 anni, attraverso la progettazione, l’allestimento di un vero e proprio ‘corteo in miniatura’ in occasione dei festeggiamenti per i ‘Cento Giorni al Palio’, il prossimo 7 maggio in piazza del Popolo». 

Le attività si articoleranno in tre incontri differenziati per le diverse classi coinvolte: le prime e le seconde, con fotografie e disegni relativi alla storia della contrada di appartenenza, realizzeranno i pannelli per la scenografia; le terze vestiranno gli abiti dei personaggi del corteo di contrada mentre le quarte e le quinte affineranno le tecniche per organizzare la sfilata stessa. 

«Particolare attenzione sarà dedicata alle vicende, peculiarità e famiglie nobili o castellane che caratterizzavano la vita della contrada di appartenenza del plesso scolastico – continua Capponi – e alla scoperta da parte dei bambini del territorio attuale della stessa con visita alla sede e visione di video promozionali della manifestazione storica più importante di Fermo affinché tale tradizione culturale e sociale sia tramandata di generazione in generazione: un’occasione per arricchire il senso di appartenenza degli stessi alla comunità cittadina. ‘Educare i bambini al Palio’ è fondamentale perché se passato, presente e futuro cammineranno insieme, sarà grazie a loro».

Le classi partecipanti saranno 11 per un totale di oltre 800 bambini: primaria Molini Girola, Salvano, Monaldi, Ponte Ete e San Claudio dell’l’ISC ‘Da Vinci -Ungaretti’; primaria Tirassegno, San Michele, Capodarco dell’ISC ‘Fracassetti’; primaria Sapienza, Sant’Andrea, Don Dino Mancini dell’ISC ‘Betti’. I responsabili delle dieci contrade cittadine, insieme a Priori e contradaioli, porteranno i colori e l’aria della Cavalcata e del Palio tra i banchi di scuola: Campiglione – Michela Maroni e Sara Pistolesi; Campolege – Federica Calì; Capodarco – Silvia Trasarti; Castello- Barbara Montanini; Fiorenza – Giulia Negusanti; Molini Girola – Simone Corazza; Pila- Pierpaolo Paoloni; San Bartolomeo – Alessandra Ramini; San Martino – Filippo Montagnoli; Torre di Palme – Aleksandra Zaydel coordinati dalla segretaria del gruppo giochi Maria Vittoria Ortenzi e dai Priore referenti Renato Montagnoli e Gianluca Iervicella.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti