Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Il sabato mattina ”Scuola Nuoto” per gli alunni della Betti

NUOTO - Grazie al finanziamento europeo PON-POC Socialità, apprendimenti, accoglienza ''La scuola insieme con competenza'', quasi trenta alunni della “Betti” frequentanti la settimana corta hanno avuto l'opportunità di iscriversi gratuitamente ad un corso di nuoto. Si tratta di un' iniziativa che vuole migliorare il rapporto dei ragazzi con l'ambiente acquatico

 

Alla scuola secondaria di I grado “Ugo Betti” l’offerta formativa si caratterizza per la sua flessibilità. Il curricolo di base, che garantisce alti standard di apprendimento, può essere integrato, a scelta, durante l’anno scolastico in orario extracurricolare.

Grazie ai corsi pomeridiani proposti alle famiglie è possibile così potenziare le competenze di base di italiano, matematica, lingue straniere. Numerosi studenti frequentano con profitto anche i corsi di spagnolo e inglese, con la possibilità per quest’ultima lingua di conseguire una certificazione. Grande spazio ha la musica, a livello individuale, strumentale e di gruppo, con l’esperienza della Joy Orchestra. È inoltre in programma l’avviamento al latino per i futuri liceali, e il laboratorio manuale di arte e restauro.

In questo ampio quadro di opportunità, particolare rilievo hanno le attività sportive di qualità, sia curricolari che extracurricolari presenti nella progettualità dell’Istituto in tutti i segmenti formativi, dalla psicomotricità per i più piccoli alle competizioni individuali e di squadra per i più grandi. Tali progetti confermano la grande attenzione della scuola per l’area della salute e del benessere, fisico e relazionale, che ha conseguenze positive anche sull’aspetto emotivo e cognitivo.

Grazie al finanziamento europeo Pon-Poc Socialità, apprendimenti, accoglienza ”La scuola insieme con competenza” (10.2.2A-Fdrpoc-Ma-2022-27), quasi trenta alunni della “Betti” frequentanti la settimana corta (orario 8-14, dal lunedì al venerdì) hanno avuto l’opportunità di iscriversi gratuitamente ad un corso di nuoto. L’attività, avviata nel mese di febbraio, continuerà fino a maggio di sabato mattina.

Si tratta di un’ iniziativa che vuole migliorare il rapporto dei ragazzi con l’ambiente acquatico. Le lezioni, che si svolgono presso la piscina comunale di Fermo, prevedono la conoscenza ed il perfezionamento dei quattro stili, oltre a nozioni sul nuoto per salvamento, la pallanuoto, i tuffi, le staffette e giochi vari. Non mancano momenti di riflessione sulla tecnica del nuoto a livello teorico e sui benefici dell’attività in acqua anche per contrastare deficit posturali. Grazie ai docenti dell’Istituto, il professor Andrea Cecchini come esperto, e l’insegnante Lara Verdecchia in qualità di tutor, e ai tecnici messi a disposizione dalla piscina comunale, i ragazzi lavorano in corsie diverse per vari livelli di abilità e si stanno impegnando con tanto entusiasmo e passione.

La ”Scuola Nuoto” è anche una bella occasione di aggregazione tra alunni di età e classi differenti, così come è avvenuto nel primo quadrimestre con il modulo ”Benessere in movimento”, svolto, oltre che in piscina, nella ampia e attrezzata palestra della sede di via Salvo d’Acquisto.

Lo sport, com’è noto, migliora le abilità sociali e l’inclusione, il senso di autonomia, il fair play e l’adozione di stili di vita sani. Sosteneva Giovenale: “Mens sana in corpore sano”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti