Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook twitter rss

Metodi innovativi e progetti sociali e culturali: ”Pse senza fili” e ”Città e futuro” si presentano al fianco di Battilà 

ELEZIONI - Le due realtà civiche di Felicioni puntano ad entrare in consiglio per sviluppare le loro idee attraverso un nuovo metodo di fare politica. Il candidato sindaco: «Due sono le nostre parole chiave: ascolto e trasparenza»

di Matteo Malaspina

Una coalizione di tre liste nata il 3 febbraio per appoggiare la candidatura a sindaco di Alessandro Felicioni, poi confluita nell’orbita di Gian Vittorio Battilà con solo due liste «per affinità di programma e conoscenza pregressa del candidato»: spiegano così i rappresentanti di ”Pse senza fili” e ”Città e futuro” la loro scelta di appoggiare Battilà alle prossime elezioni.

«Il nostro scopo è entrare in consiglio per poi sviluppare progetti o idee in ambito culturale e sociale – dicono -. Le liste sono espressioni di realtà civiche, fatte di persone eterogenee con diverse abilità e sensibilità. Per quanto riguarda il programma, crediamo che l’aspetto principale siano le politiche sociali rivolte alle fasce più deboli e vorremmo affrontare questo tema in maniera nuova, a monte. Ma anche lavoro e turismo sono le priorità, così come abbiamo intenzione di creare un assessorato alle politiche comunitarie per intercettare i finanziamenti e vogliamo incentivare le politiche di comunità che possano mettere in sinergia Porto Sant’Elpidio con i comuni limitrofi. Un programma ambizioso e articolato, dove per ogni problema abbiamo scritto la soluzione. Ok il cambiamento, ma per farlo servono persone con esperienza e capacità».

Capacità è un termine che piace molto al candidato Battilà che dice come l’idea è quella di aprirsi ad altre competenze, quelle delle risorse umane che lavorano in comune, con la politica che fungerà da regia. «Le parole chiave sono ascolto e trasparenza – aggiunge il Battilà -. Attraverso un amministrazione coraggiosa vorremmo monitorare e pianificare, per poi investire in innovazione, turismo e cultura. Riportare in questa città l’educazione alla cultura nelle scuole è fondamentale, così come è importante acquisire la bandiera blu e lilla. Ho notato che il nostro programma è stato oggetto di spunto per altri candidati: a noi fa piacere». Non manca l’accenno alle politiche ambientali e alla tutela del calzaturiero con il rilancio delle botteghe artigiane.

I NOMI

Pse senza fili

Alessandro Felicioni (commercialista e capolista), Attilio Ripa (avvocato), Lorenzo Pezzola (appartenente alla Polizia di Stato), Marco Bordoni (commercialista), Mirella Calvaresi (pensionata), Milo Capponi (risk manager), Antonio Cavallone (operaio specializzato), Mariarita Cognigni (impiegata e gestore B&B), Rosa Di Lello (commerciante), Gioia Feliziani (esperta marketing), Emiliano Marcazzan (geometra), Enrico Marotta (direttore commerciale), Alessio Morganti (ristoratore), Rosa Giulia Penza (impiegata amministrativa), Erica Pollidori (imprenditrice edile), Paolo Ripa (operaio metalmeccanico)

Pse senza fili

 

Città e futuro

Pasquale De Angelis (imprenditore e capolista), Martina Balilli (barista), Simone Belletti (massofisioterapista), Isabella Bianchini (docente), Mauro Bracalente (senior designer), Irene Chimenti (operaia), Lorenzo Cicchitti (consulente web marketing), Stefano Gennari (impiegato), Vincenzo Alessandro Lippo (funzionario statale), Vincenzo Marzialetti (ingegnere), Daniele Mora (impiegato amministrativo), Qendrim Myrteza (imprenditore edile), Mauro Pambianco (imprenditore edile), Tresy Piovicini (addetta vendite), Samanta Principi (imprenditrice calzaturiera), Mihaela Vlad (impiegata campo alimentare)

Città e futuro


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti