Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook twitter rss

Tre Archi, violenze tra clan dopo la sparatoria del 30 marzo scorso: la Polizia denuncia tre nord africani

TRE ARCHI - I tre extracomunitari, appartenenti a compagini criminali nord africane, avrebbero intrapreso azioni di rappresaglia contro fazioni dell'est Europa per vendicare la sparatoria al loro connazionale. Grazie ai sistemi di videosorveglianza, la Polizia è riuscita ad identificare i responsabili dei disordini

di redazione CF

La Squadra Mobile fermana, a seguito di articolate indagini, ha individuato e denunciato tre cittadini nord africani responsabili dei disordini nel quartiere di Lido Tre Archi nella serata del 30 marzo,  immediatamente dopo la sparatoria in un appartamento nel quale è rimasto gravemente ferito un uomo della stessa etnia.

In tale serata, infatti, i poliziotti della Squadra Mobile hanno dovuto fronteggiare situazioni di elevata criticità a causa di reiterate azioni violente poste in essere da appartenenti a compagini criminali nord africane nei confronti di opposte fazioni dell’est Europa, come rappresaglia per l’avvenuto ferimento con arma da fuoco del cittadino magrebino.

In base alle attività poste in essere sul campo nella medesima serata ed alla minuziosa disamina delle immagini dei sistemi di videosorveglianza comunali, gli investigatori della Squadra Mobile sono riusciti ad identificare tre responsabili dei disordini posti in essere con uso di grossi coltelli, spranghe e mazze ferrate.

Trattasi di tre soggetti nord africani, dell’età di circa trent’anni, tutti gravati da numerosi precedenti penali e di polizia non in regola sul territorio nazionale, i quali sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per i reati di lesioni personali aggravate, porto abusivo di armi e danneggiamento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti