facebook twitter rss

Fine del mercato tutelato, tutto quello che c’è da sapere per non farsi trovare impreparati (Podcast)

L'INTERVISTA condotta da Jessica Tidei, ai microfoni di Radio Fm1, a Luciano Castiglione Responsabile commerciale Area Adriatico Sud di Unoenergy

 

Il 10 Gennaio 2024 è la data ufficiale per l’abolizione del mercato tutelato per il gas e l’energia elettrica per gli utenti domestici. Dopo tante proroghe, ormai la fine del mercato tutelato è vicina ed è fondamentale essere preparati sull’argomento per sapere a cosa si va incontro e fare quindi la scelta migliore per le proprie utenze domestiche.

Cerchiamo di capire meglio quello che c’è da sapere su questo importante cambiamento con Luciano Castiglione, responsabile Area Adriatico Sud del Gruppo Unoenergy.

Ascolta l’intervista:

 

Dott. Castiglione, cosa succede con la fine del mercato tutelato?

Prima di spiegare cosa succederà con la fine del mercato tutelato, facciamo un passo indietro per capire le differenze tra mercato libero e mercato tutelato dell’energia.

Prima del 1999, la gestione dell’energia era nelle mani di un unico fornitore a livello nazionale. Questo monopolio decadde con il Decreto Bersani, e nacque quindi il libero mercato dell’energia, che consentì la liberalizzazione energetica attraverso la nascita di nuove società di fornitura dell’energia, permettendo così ai consumatori di scegliere il proprio fornitore di energia. Fino ad oggi mercato tutelato e mercato libero hanno convissuto ma il Decreto Milleproroghe fissa la fine del mercato tutelato per gennaio 2024, data entro la quale sarà ancora più importante che i consumatori domestici scelgano il proprio fornitore luce e gas.

È fondamentale sottolineare che non è necessario attendere gennaio 2024 per cambiare il proprio fornitore luce e gas, cercando l’offerta più conveniente in base alle proprie abitudini di consumo, ma è preferibile prepararsi per tempo a questa scadenza.

 

Cosa succede se alla fine del mercato tutelato un cliente domestico non ha ancora effettuato il passaggio al mercato libero?

Si passerà al Servizio di Salvaguardia, volto a garantire la continuità del servizio. Agli utenti che non passano al mercato libero entro fine 2023 verrà assegnato un fornitore provvisorio per sei mesi. Trascorsi sei mesi, verrà proposto un nuovo contratto PLACET di un fornitore scelto tramite gara nazionale.

Per queste ragioni è consigliabile fare il passaggio al mercato libero prima della fine del 2023, in modo da poter valutare con la giusta calma il fornitore più adatto, confrontando le varie offerte presenti sul mercato e scegliendo quella che meglio si adatta alle proprie necessità.

Affidarsi a Steca Energia e Unoenergy per il passaggio al mercato libero può essere la scelta giusta, in quanto è possibile attivare le proprie utenze luce e/o gas, sia con un’offerta a prezzo fisso che con una a prezzo variabile.

 

Il passaggio al mercato libero ha quindi dei vantaggi per l’utente finale?

Assolutamente sì, il passaggio al mercato libero è gratuito e non vi è interruzione di fornitura durante il passaggio. Le tariffe del mercato libero sono più convenienti rispetto a quelle regolamentate.

Inoltre, le offerte luce e gas del libero mercato includono servizi aggiuntivi, sconti, programmi fedeltà, servizi di efficientamento energetico oltre a offerte di energia verde: prodotti e servizi inesistenti nel mercato di maggior tutela.

A questo proposito, Unoenergy ha appena rilasciato una nuova offerta per le utenze elettriche di casa: Luce Ethica. L’offerta Luce Ethica permette ai clienti domestici di poter avere una fornitura elettrica sostenibile, a ridotto impatto sull’ambiente e sul mondo animale. La soluzione perfetta per tutti coloro che vogliono rispettare l’ambiente e fruire di energia 100% solare certificata, che rispetta l’ambiente e gli animali, prodotta da impianti fotovoltaici e approvata da VEGANOK, marchio di garanzia vegan nonché network impegnato da oltre vent’anni nella corretta divulgazione su tematiche relative all’etica e alla sostenibilità ambientale.

 

Quali sono i vantaggi di scegliere un’offerta Steca Energia-Unoenergy?

Steca Energia e Unoenergy, oltre a essere un fornitore del mercato libero sono accumunate da un unico valore: il benessere del cliente.

La relazione di fiducia che abbiamo costruito con tutti i clienti che ogni giorno scelgono di affidarsi ai nostri consigli e ai nostri servizi per ottimizzare e risparmiare energia, sono un elemento per noi fondamentale.

Il prezzo è di certo importante ma non è tutto, oltre alla tariffa è fondamentale scegliere il proprio fornitore del mercato libero sulla base della qualità del servizio offerto. In Steca Energia-Unoenergy Inseriamo su ogni fattura il nome del Referente Commerciale, sempre a disposizione del cliente per qualsiasi necessità, oltre a vantare un servizio clienti interno con personale Unoenergy.

Steca Energia e Unoenergy non bussano alla porta, né chiamano per proporre offerte al telefono. È necessario prestare la massima attenzione ai tentativi di truffe con proposte commerciali, spesso aggressive. In queste situazioni è bene non scegliere d’impulso, magari approfittando di offerte fatte al telefono, è sempre meglio farsi mandare la documentazione e consultarla con calma.

Assistenza, trasparenza ed affidabilità li puoi trovare nei punti vendita Steca EnergiaUnoenergy presenti nelle Marche:

  • Monte Urano in Via Bolsena 14 – NUOVO PUNTO VENDITA
  • Marina di Altidona in Via Aprutina 3,
  • Civitanova Marche in Via San Luigi Versiglia 12
  • Amandola in Via Cesare Battisti 112


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti