facebook twitter rss

Nuoto, consegnato un pulmino per gli atleti paralimpici. Targa a Chiara Andidero

FERMO - L’arcivescovo Pennacchio ha impartito la benedizione del mezzo e si è proceduto al taglio del nastro con il sindaco Calcinaro che ha dichiarato: «Ulteriore dimostrazione del bel rapporto di fiducia che si è instaurato». Targa a Chiara Andidero, laureatasi ai primi di giugno campionessa mondiale di nuoto nei 200 farfalla al Virtus Global Games a Vichy
Un bel gesto che ha riempito di gioia gli atleti della Fermo Nuoto e Pallanuoto e della Virtus Buoncovento che si preparano e svolgono l’attività agonistica alla piscina comunale di Fermo. E l’applauso è stato spontaneo e naturale quando nella mattinata di ieri è stato tagliato il nastro che ufficialmente ha consegnato loro un mezzo di trasporto, acquistato con il contributo di Regione Marche, Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo e sponsor e ditte locali, con cui potranno spostarsi per partecipare alle gare e a meeting in giro per l’Italia. Sul mezzo campeggia una grande foto che promuove la Città di Fermo.
Prima le parole dell’arcivescovo Rocco Pennacchio che ha ricordato la bellezza dell’amicizia con atleti paralimpici, del loro stare insieme, del loro supportarsi e questo mezzo è fra gli strumenti utili a raggiungere tale obiettivo.
Quindi il sindaco Paolo Calcinaro che ha ricordato anche, quando era assessore allo sport, il bel rapporto, l’osmosi con i nuotatori paralimpici, quando si era partiti con tanti timori e poche certezze «ma la fiducia reciproca fra società Virtus Buonconvento e Comune culminata poi con questa amministrazione – le parole di Calcinaro – ha prodotto risultati, i lavori che hanno poi portato all’ampliamento ed a migliorare la piscina, e il fatto che l’impianto natatorio fermano per questo abbia potuto in questi anni ospitare campionati nazionali di livello».
Una fiducia sottolineata da Marco Cicconi, referente Virtus Buonconvento a Fermo, istruttore federale, che ha ricordato il lavoro del presidente Gianluca Valeri e che ha evidenziato come questi atleti abbiano una spinta in più e siano loro d’esempio ai cosiddetti normodotati.
«Lo sport è aggregazione – ha detto il consigliere regionale Marco Marinangeli – e questa società ne è una dimostrazione. Per cui siamo lieti come Regione Marche di aver sostenuto con un contributo l’acquisto di questo mezzo che sarà assolutamente utile». «Virtus e Fermo Nuoto e Pallanuoto che danno tante soddisfazioni alla città – ha aggiunto l’assessore allo sport Alberto Scarfini – l’impegno come Amministrazione comunale lo abbiamo messo sempre tutto e tanto proprio per poter dare a questi ragazzi e alle loro famiglie un impianto moderno, funzionale, ospitale e sempre più al passo con i tempi».
Ringraziamenti a tutti sono arrivati dalla prof.ssa Maria Rita Felici, presidente dell’associazione “Una parte del mondo” che ha coordinato l’iniziativa, che ha ricordato come con questo mezzo «si realizza un sogno importante  per una realtà che ha avuto e ha da sempre il sostegno dell’amministrazione comunale e dei tanti enti che credono nelle sue finalità».

La targa a Chiara Arididero

Ha poi fatto i complimenti a Chiara Andidero, laureatasi ai primi di giugno campionessa mondiale di nuoto nei 200 farfalla al Virtus Global Games a Vichy, in Francia l’evento mondiale di punta per quanto riguarda lo sport paralimpico della disabilità intellettiva. Un evento di portata mondiale ispirato ai valori Paralimpici di eccellenza, per promuovere l’inclusione e l’uguaglianza attraverso lo sport a cui hanno partecipato 1.000 atleti nelle varie specialità da 50 paesi. Classe 2003, Chiara Andidero, atleta umbra ma tesserata Fin con la società Fermo Nuoto e Fisdr per la Virtus Buonconvento, allenata da Marco Cicconi, ha vinto la medaglia d’oro. Il sindaco Calcinaro l’ha omaggiata con una targa di congratulazioni. Sono stati poi ricordati i recenti successi degli atleti Samuele Del Papa, Giulio Guzzonato, Lorenzo Manardi e Francesco Rongoni che detengono il record italiano Fisdir sulla staffetta 4×200 m in vasca corta (Manardi e Rongoni sono anche andati a medaglia nei Campionati Finp di Lignano Sabbiadoro). Quindi l’arcivescovo Pennacchio ha impartito la benedizione del mezzo e si è proceduto al taglio del nastro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti