facebook twitter rss

Addio a Ubaldo Pomioli, l’imprenditore gentile che si divideva tra famiglia e lavoro

PORTO SAN GIORGIO - Cordoglio in città per la scomparsa del 58enne deceduto in mare, a Marcelli di Numana. Appassionato di sport e viaggi, nutriva grande amore per la sua famiglia. Lavorava nell'omonimo negozio di arredamenti in viale della Repubblica

Ubaldo Pomioli

di Serena Murri

Tragica scomparsa del sangiorgese 58enne Ubaldo Pomioli, ritrovato in mare senza vita questa mattina poco prima delle 9, dopo che ieri sera è stata la moglie a dare l’allarme a Marcelli di Numana, quando non ha più visto il marito tornare a riva.

Marito di Anna Maria Marcelli, titolare dello stabilimento ‘La Bussola’ e nipote dell’imprenditore Vincenzo Marcelli dal cui cognome la località ha preso il nome, proprio ieri pomeriggio Ubaldo Pomioli, titolare dell’omonimo negozio di arredamento a Porto San Giorgio, aveva aiutato la moglie in spiaggia per poi andare a fare un bagno di fine serata una volta chiusi gli ombrelloni.
L’uomo però non è più tornato e, intorno alle 20, la donna, preoccupata, ha chiamato il 112 facendo scattare le ricerche, trascorsa un’ora che non aveva più sue notizie e non avendolo trovato nello chalet.

Pomioli era un commerciante stimato. La sua attività di arredamenti, in viale della Repubblica, a Porto San Giorgio era nota a tutti. Chi lo aveva conosciuto da cliente, entrando nel suo elegante negozio di arredi, lo ha descritto come una persona squisita, gentile e di un’educazione rara. E’ ricordato da tutti come una persona molto equilibrata. La notizia della sua morte, anche per via delle particolari e fatali circostanze nelle quali si è verificata, ha lasciato tutti attoniti.

L’imprenditore lascia due figlie e la moglie alle quali va tutto il cordoglio da parte della comunità nella quale viveva e operava. Diviso tra il lavoro e la famiglia, era soprattutto l’amore per le figlie ad animarlo. Aveva anche una grande passione per i viaggi che condivideva con la moglie.

Pur essendo conosciuto da tutti in città, era una persona molto discreta e riservata ma amava fare sport e non era inusuale vederlo correre sul lungomare di Porto San Giorgio. Con molta probabilità, sarà stato anche un nuotatore esperto, avvezzo al mare. L’uomo, avrà voluto fare uno dei suoi bagni che però ha avuto un malaugurato epilogo, rivelandosi l’ultimo tuffo per il cinquantottenne. Anche per questo sono rimasti tutti scioccati da una morte così improvvisa e inaspettata.

TRAGICO EPILOGO IN MARE Trovato senza vita il sangiorgese Ubaldo Pomioli

Si tuffa in mare e non rientra: ricerche in corso per un uomo del Fermano


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti