Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Tragedia a Grottazzolina, ragazzino trovato senza vita sul ciglio della strada

GROTTAZZOLINA - L'sos disperato è scattato intorno alle 7. Sul posto i sanitari della Misericordia Montegiorgio e i carabinieri. Con loro anche il sindaco Alberto Antognozzi: «Un fatto che ci ha sconvolti. Cercheremo di stare vicino alla famiglia del giovane»

di Cristiano Ninonà

«Cosa si può dire in simili circostanze? Non ci sono molte parole da pronunciare: una tragedia immane». Il sindaco di Grottazzolina, Alberto Antognozzi è sconvolto, così come i suoi concittadini che questa mattina sono stati raggiunti da una nefasta notizia: erano circa le 7 quando in paese si è diffusa la notizia, appunto, del ritrovamento del corpo senza vita di un ragazzino. E col passare delle ore ha preso piede l’ipotesi che possa essersi trattato di una tragica e involontaria caduta da un’altezza di diversi metri, risultata purtroppo fatale per il giovane.

Il corpo giaceva, senza vita, sul ciglio di una strada. E lì il primo cittadino, una volta avvisato, si è precipitato. Sul luogo della tragedia erano già arrivati i sanitari della Misericordia Montegiorgio e l’automedica. Ma al loro arrivo, per il ragazzo, non c’era ormai più nulla da fare.

«Una tragedia immane che ci ha sconvolti. Cercheremo di stare vicino alla famiglia del giovane. Altro non posso dire» le dichiarazioni di Antognozzi. Sul posto, oltre al 118 e al sindaco, anche i carabinieri per cercare di ricostruire la dinamica della tragedia.

«Oggi doveva essere un giorno di festa, e invece – il cordoglio, in una nota, della MG scuola di pallavolo – ci siamo svegliati con una notizia che mai avremmo voluto ricevere. Un giovane è venuto improvvisamente a mancare, e siamo devastati. Impossibile trovare parole per descrivere una tragedia simile, rimane solo il silenzio. La società, in tutte le sue componenti, è vicina alla famiglia».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti