Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Dimissioni Romanelli, Beatrice Mancini entra in giunta

MONTERUBBIANO - Giampiero Polini diventa capogruppo consiliare del gruppo Viviamo Monterubbiano. Entra in assise Cristiano Properzi. Mancini, oltre al ruolo di vicesindaca, avrà le deleghe in materia di Pari Opportunità, Sport, Cultura, Turismo e promozione del territorio e Rapporti con Bandiera Arancione

Beatrice Mancini assessora e vicesindaca, Giampiero Polini capogruppo ed entra in consiglio comunale Cristiano Properzi. La sindaca di Monterubbiano, Meri Marziali, ridisegna così la giunta dopo le dimissioni della vicesindaca Silvia Romanelli. È questo il nuovo assetto amministrativo emerso dal consiglio comunale di ieri sera, 14 maggio, durante il quale è stata comunicata la nomina di Beatrice Mancini a vicesindaca e assessora con deleghe in materia di “Pari Opportunità, Sport, Cultura, Turismo e promozione del territorio e Rapporti con Bandiera Arancione”, procedendo poi agli adempimenti necessari per l’ingresso di Cristiano Properzi.
A entrambi sono andati gli auguri di buon lavoro da parte di tutta l’Amministrazione comunale.
Nella stessa seduta, il consigliere Giampiero Polini è stato nominato capogruppo del gruppo consiliare “Viviamo Monterubbiano”.

«Una riorganizzazione – ha commentato la sindaca, Meri Marziali, al termine dei lavori – che ci permetterà di affrontare al meglio il periodo di mandato amministrativo che abbiamo davanti. Ringrazio ancora Silvia Romanelli per questi quasi quattro anni e per il contributo offerto al nostro impegno amministrativo. A noi, ora, spetta il compito di proseguire con dedizione e umiltà per completare il programma amministrativo e per essere all’altezza della fiducia che i cittadini ci hanno accordato. Stiamo costruendo opportunità e progettualità molte delle quali, visti i tempi degli enti pubblici, non vedranno la luce durante il nostro periodo di amministrazione, ma crediamo fortemente che sia importante gettare le basi per il futuro di Monterubbiano oltre l’orizzonte temporale del nostro mandato.
Questo vuol dire andare al di là di sé stessi e di qualunque aspettativa personale ci possa essere nell’amministrare. È naturale e umano per ogni amministratore voler vedere realizzati con celerità i progetti con cui ci si è candidati, lo comprendo benissimo. Quando si amministra si fanno però i conti con la distanza tra le proprie aspettative e le procedure e i tempi burocratici dell’ente pubblico. Nel caso specifico, non possiamo trascurare il fatto che al momento del nostro insediamento la struttura amministrativa era in forte difficoltà e sottorganico e che abbiamo dovuto espletare procedure concorsuali per metterci nelle condizioni di essere operativi: l’ultima assunzione di un ufficio fondamentale come quello tecnico risale a dicembre 2022. Uno sforzo condiviso con tutti i dipendenti che mi sento di ringraziare per il grande impegno profuso in questi anni. Per questo credo sia molto importante essere in grado di costruire un futuro per il proprio comune che vada al di là del proprio mandato. So che in certi momenti questo è scoraggiante a livello personale ma dovremmo ragionare sempre a livello di comunità. È vero che non c’è ancora un’unità tra tutto il territorio comunale, tuttavia, alcune fratture si sono create e acuite proprio negli ultimi anni a causa di alcune scelte che hanno prodotto divisioni e tensioni tra centro storico e frazioni: a noi spetta il compito di lavorare per sanare il divario e riunire il paese. Ed è quello che ho intenzione di fare insieme a tutta l’Amministrazione».

«In questi anni quello che ho potuto capire appieno è che nessun monterubbianese si tira indietro se alla base di ogni iniziativa c’è la volontà genuina e autentica di lavorare per il paese, per Monterubbiano – aggiunge la prima cittadina -. Ecco, da Sindaca, insieme alla mia amministrazione, lavorerò per questo: perché possiamo operare insieme coinvolgendo al meglio tutte le associazioni cittadine, senza distinzione alcuna. L’abbiamo toccato con mano nelle molte occasioni in cui abbiamo lavorato insieme, quali risultati sono arrivati e quanta partecipazione abbiamo mobilitato. Insieme possiamo fare tanto e lo dico oggi che siamo a ridosso della festa più importante per Monterubbiano, della nostra rievocazione storica “Sciò la Pica”. Se ci sono ancora divisioni vuol dire che non abbiamo fatto tutto, o del nostro meglio, per realizzare concretamente questa unione. Sono fiera di guidare una squadra di amministratori che ogni giorno sceglie di dedicare il proprio tempo e il proprio impegno senza riserve al bene comune».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti