facebook rss

Derubati e poi denunciati per lesione: oltre al danno, la beffa

venerdì 5 agosto 2016 - Ore 23:00
Print Friendly, PDF & Email
trattoriadegliartisti

Federico De Minicis e Stefano Mei titolari della Pizzeria degli Artisti

 

di Cristina Donati

Una storia che ha dell’inverosimile. A raccontarla sono Federico De Minicis e Stefano Mei, i due giovani titolari della trattoria degli Artisti che si trova in piazzetta a Fermo.

Tutto è iniziato  lunedì sera: intorno alle undici. Terminata la serata di cabaret, uno dei due titolari del locale, Federico De Minicis si è messo a riordinare la nota pizzeria portando all’interno i tavoli utilizzati per servire la cena in strada.  K.Z., queste le iniziali del cittadino marocchino assiduo frequentatore della zona e volto già noto, si è offerto di aiutarlo. Così è stato, salvo poi chiedere al ristoratore un prestito di 50 Euro. Cifra che gli viene negata. De Minicis, pur di liberarsene vista l’insistenza, decide di dargli una banconota da 10 Euro. Il ragazzo marocchino in un primo momento si è allontanato, salvo poi ritornare dopo circa quindici minuti per chiedere di nuovo i 50 Euro.

Al nuovo rifiuto da parte di Federico De Minicis è accaduto l’imprevedibile. Secondo il racconto dei titolari, K.Z. ha iniziato a dare in escandescenza, buttando un bicchiere a terra, togliendosi la maglia ed utilizzando i vetri raccolti per procurarsi da solo delle lesioni al torace. A questo punto è intervenuto l’altro socio, Stefano Mei, che ha subito chiamato il 112 mentre i due proprietari del locale cercavano con fatica di condurre all’esterno il ragazzo marocchino che opponeva resistenza.

Ed è a questo punto che con un gesto repentino K.Z.  si è dato alla fuga di corsa dal locale verso via Marconi.Con stupore De Minicis si è accorto che il marocchino stava scappando con il suo marsupio, sottratto da un mobile interno del ristorante e contenente documenti, soldi nonchè chiavi di auto, negozio, casa. Titolare della pizzeria che il giorno dopo si è recato alla caserma dei carabinieri per sporgere denuncia per furto. La storia sembrava finita qui.

Ieri pomeriggio la sorpresa: K.Z. passa davanti alla Trattoria degli Artisti davanti alla quale si trovava Stefano Mei, gli mostra una evidente fasciatura sul braccio e gli dice “Guarda cosa mi hai fatto”. Subito Mei richiama i carabinieri. Sopraggiunti nel frattempo anche gli agenti di polizia Stefano Mei ha la conferma di quanto prima dichiarato da K.Z., e cioè che lo stesso aveva denunciato per lesioni personali sia lo stesso Mei che il socio De Minicis, oltre ad altri tre individui non identificati.
Una storia che per i titolari ha dell’inverosimile. Tutto è ora nelle mani delle forze dell’ordine che seguono le indagini.  I due ragazzi, molto noti a Fermo per la loro attività e non solo, esprimo forte preoccupazione sia perchè il marocchino non è nuovo ad eventi di questo tipo e, non avendo fissa dimora, sarebbe comunque difficilmente rintracciabile sia per l’impossibilità di sentirsi al sicuro senza nessuna ordinanza restrittiva che impedisca a K.Z. di avvicinarsi nuovamente al locale. Sembrerebbe, sempre secondo il racconto dei titolari, che la ferita al braccio del marocchino sia dovuta  in realtà ad un incidente stradale in cui l’uomo è rimasto coinvolto, non c’è stata alcuna forma di aggressione nei suoi confronti. Saranno le indagini in corso a dare risposte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X