facebook twitter rss

La Gran Fondo diventa di Marca,
Vincenzo Santoni di nuovo “in sella”

Print Friendly, PDF & Email

032c4c11-c41f-4073-b03c-4f3b6b3d49af

Partirà da Porto Sant’Elpidio per arrivare a Fermo l’appuntamento ciclistico Gran Fondo di Marca Fermana. Un evento in calendario questa domenica: lo start è previsto alle 8,45 dal Comune elpidiense con il primo cittadino Nazareno Franchellucci pronto a dare il via. “Per me oggi da sindaco, questa è una bella soddisfazione. Grazie al comitato abbiamo la possibilità di ospitare la presentazione della Gran Fondo ma il vero piacere è lo scambio di testimone tra il comune di Porto Sant’Elpidio ed il comune di Fermo – commenta il sindaco elpidiense, Nazareno Franchellucci – questa solitamente è stata la data in cui la città ospitava la manifestazione, anticipata quest’anno con successo in primavera, arrivando però a questo passaggio di testimone, dove si va a trasformare la Gran Fondo in quella di Marca Fermana. Oggi grazie allo sport, possiamo finalmente dire no al campanilismo di ogni singolo comune”. Saranno 114 chilometri quelli previsti per la Gran Fondo che diventerà gara agonistica solo una volta raggiunto il comune di Montottone. “Essere tra Fermo e Porto Sant’Elpidio, prima e seconda città della provincia è qualcosa d’importante per il comune di Montottone – le parole del primo cittadino di Montottone, Gianni Carelli – penso che la Gran Fondo sia una grande promozione per il nostro territorio, che si presta al ciclismo e al renderlo uno sport appassionante per tutti. Il ciclismo da noi ha radici profonde, al suo interno ha società con atleti in gara fin dagli anni ’50. Io sono contento e ringrazio questo comitato, Vincenzo Santoni, per aver preso in considerazioni la candidatura del nostro Comune per l’inizio della manifestazione agonistica”. Gara che terminerà, intorno alle 12,30 nel capoluogo di provincia. “Io penso che camminare insieme, la progettualità che portiamo avanti sullo sport ma anche su tutte le tematiche del territorio sia un qualcosa di davvero importante – mano tesa, quella di Alberto Scarfini, assessore allo sport del comune di Fermo – noi siamo convinti di avere una terra stupenda, in cui siamo fortunati di essere nati e aver vissuto”. Un tracciato che permetterà ai partecipanti di tagliare in due la provincia. Non solo Porto Sant’Elpidio, Fermo e Montottone, ma anche tante altre località che saranno attraversata dalla carovana,come Ponzano, Capparuccia, Sant’Elpidio a Mare e molte altre. “Questa dimensione regionale, quando parliamo di ciclismo, è tale da non poter essere ignorata. Il ciclismo è lo sport che più di tutti si trasforma in un biglietto da visita, una promozione di tutto il territorio – spiega il consigliere regionale Francesco Giacinti – qui vediamo più Comuni capaci di collaborare, di mettersi insieme, un aspetto fondamentale che da più lustro e robustezza alla manifestazione stessa”. Un evento, quello della Gran Fondo elpidiense che vedrà il ritorno, dopo il periodo di detenzione, di Vincenzo Santoni amante del ciclismo e da sempre organizzatori di eventi legati a questo sport.

 

Vincenzo Santoni

Vincenzo Santoni

Tutto è nato nel 2012 con la tappa del Giro d’Italia a Porto Sant’Elpidio, anche se di ciclismo la nostra città ne ha masticato molto, credo che questa data sia la più emblematica. Nel periodo che ho trascorso sulla collina fermana, ho letto molto su questo sport, ho capito che il ciclismo è una vera forza dove tantissimi personaggi stanno cercando di inserirsi nel ciclismo con nuove manifestazioni, progetti ciclabili, ma nessuno come Porto Sant’Elpidio e Capodarco hanno un’esperienza storica e una visione futuristica con un cuore e una passione che nessun altro può dire di avere – le parole di Santoni sulla manifestazione – sono certo che in pochissimo tempo bruceremo le tappe e questa prima Gran Fondo diventerà grande come quella internazionale di Porto Sant’Elpidio, regalando al territorio due giorni di festa. Il tutto grazie a tre Comuni magnifici con a capo altrettanti sindaci di elevato spessore manageriale ed umano: Porto Sant’Elpidio, Montottone e Fermo”.

Maikol Di Stefano

df5de872-6dbb-414f-a61b-e0e504f00d42

c2a7cd7b-cfd9-4a5c-a20b-153c848b4e6c

e502a35d-a864-4567-88de-534f143f16a2

ec876d45-5b9a-44a1-b12f-c7f4cec5d322

ed1d6c69-32bc-4304-bb06-468f1905a5e1

58b1f4ef-14e7-4a21-b83e-f1c8e554a52d

13f12337-f15f-44a1-af0b-a36de932d95a

8d230e0b-10e4-448c-9373-4eb0017aa7a1

87d919f6-1d73-4a68-819e-92eca6552970


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X