fbpx
facebook twitter rss

Scappano all’alt
e feriscono un carabiniere,
banda di ladri in fuga

PORTO SANT'ELPIDIO - I militari dell'Arma, che nel corso dell'operazione, hanno recuperato l'auto rubata usata dai criminali e della refurtiva, hanno buoni motivi di credere che si tratti della banda che ha rapinato e aggredito l'ex assessore Elmo Tappatà martedì notte
Print Friendly, PDF & Email

carabinieri notte

Questa notte i carabinieri del nucleo Radiomobile, nel corso del costante pattugliamento del territorio contro i reati predatori, hanno notato un’auto sospetta, parcheggiata in una via del centro, a Porto Sant’Elpidio. Fatte rapidamente le verifiche sulla targa, i militari dell’Arma hanno scoperto che si trattava di un veicolo rubato poco prima dal cortile di un’abitazione di Fermo. I militari dopo aver attuato un appostamento, hanno individuato quattro persone che si apprestavano ad utilizzare il veicolo per la commissione di altri furti in zona, le quali, allo scopo di sottrarsi al controllo, intimato dai militari, hanno ingaggiato una breve colluttazione con gli stessi, riuscendo a divincolarsi e a dileguarsi a piedi per le campagne. A seguito della colluttazione, un militare ha riportato delle lesioni alla caviglia e al polso, fortunatamente non gravi, ottenendo alcuni giorni di prognosi dal pronto soccorso di Fermo. A bordo del veicolo i carabinieri del Radiomobile hanno rinvenuto parte della refurtiva asportata da un’abitazione di Fermo, forse proprio quella dell’ex assessore all’ambiente Elmo Tappatà (leggi l’articolo) e altra refurtiva di illecita provenienza, verosimilmente opera di altri furti perpetrati nei giorni scorsi. Ora i carabinieri sono sulle tracce degli autori in via di identificazione. A questo punto gli investigatori hanno buone ragioni di credere che si tratti della stessa banda che martedì notte ha commesso una rapina in casa di Tappatà aggredendo e colpendo alla testa l’ex delegato all’ambiente del comune di Fermo.

Giorgio Fedeli

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X