facebook twitter rss

Migliori broker per il forex: come sceglierli

TRADING - La corretta scelta del broker forex è basilare per guadagnare con il mercato delle valute. In primo luogo è importante registrarsi soltanto su piattaforme regolamentate e autorizzate.
Print Friendly, PDF & Email

trovare-forex-broker

Sono in costante crescita gli utenti interessati al trading sul forex, attratti dalle grandi opportunità di guadagno derivanti dall’attività di scambio di valute. Oggi è possibile acquistare e vendere, in modo semplice e immediato, grazie ai broker online. Cerchiamo di capire come scegliere i migliori.

 

Trading forex come funziona

Prima di esaminare in dettaglio come scegliere i broker, è utile comprendere una serie di aspetti che ruotano intorno a questo ricco mercato.

Il trading forex è l’attività di compravendita di valute eseguita tramite una apposita piattaforma online. Usata anche da piccoli investitori che possono trovare giovamento dal ricorso alla leva finanziaria, uno strumento che permette di ampliare il valore degli scambi e poter accrescere in misura considerevole anche i rispettivi guadagni.

Per operare nel forex non è prevista alcuna commissione ma soltanto il cosiddetto “spread”, ovvero la differenza di prezzo tra la domanda e l’offerta.

È possibile investire sui mercati anche a partire da piccoli capitali, a qualsiasi ora del giorno e della notte, per cinque giorni a settimana.

Per guadagnare con il forex è però necessario imparare a prevedere l’andamento delle valute, stabilendo anche preventivamente un corretto money management per la gestione ottimale del proprio capitale.

Premesso tutto ciò, un aspetto fondamentale per realizzare profitti nel mercato forex è quello di utilizzare soltanto broker online di qualità, autorizzati e regolamentati. Il  portale finanziario Comefaretradingonline , ad esempio, indica una lista di siti regolamentati dalla Consob con relative recensioni.

 

Broker forex come sceglierli

La corretta scelta del broker forex è basilare per guadagnare con il mercato delle valute.

In primo luogo è importante registrarsi soltanto su piattaforme regolamentate e autorizzate. Ogni nazione ricorre ad un apposito ente, il cui compito è di controllare e vigilare sulla trasparenza delle attività finanziarie. Ad esempio in Italia tale organo è rappresentato dalla CONSOB, a Cipro dalla CySec, nel Regno Unito dalla FCA. A tal proposito occorre ricordare che la direttiva MIFID prevede che se un broker è autorizzato da un membro dell’Ue, risulterà perfettamente legale anche negli altri paesi dell’Unione. Ne consegue che scegliere un broker autorizzato dalla CONSOB significa essere tutelati al 100%. E’ consigliato, pertanto, iscriversi soltanto su piattaforme regolamentate in Italia e nella Unione europea.

 

Importante è anche esaminare il software di trading utilizzato dall’operatore, verificando che sia di qualità e che si adatti alle proprie esigenze. I migliori broker mettono a disposizione una demo, molto utile per prendere confidenza con l’interfaccia grafica e simulare gli investimenti sui mercati. In questo modo sarà possibile rendersi conto della affidabilità e stabilità del software, oltre che valutarne la rapidità nell’esecuzione degli ordini, un elemento determinante per guadagnare. Verificare inoltre se la piattaforma offra anche formazione (possibilmente gratuita) tramite l’utilizzo di materiali didattici, video ed e-book. Valutare con attenzione anche il livello qualitativo dei grafici e degli strumenti offerti.

Assolutamente da non sottovalutare la presenza di un valido servizio di Assistenza Clienti, aspetto basilare da dover prendere in considerazione soprattutto per un mercato, quello Forex, aperto 24 ore al giorno. Disporre di un supporto affidabile, raggiungibile in modi differenti (e-mail, chat, telefono, fax) e soprattutto competente in materia, è essenziale quando si sceglie la piattaforma forex.

Particolare attenzione va riservata anche al livello di spread richiesto (calcolato in pip). Si tratta del differenziale tra i prezzi di acquisto e vendita che viene corrisposto per l’utilizzo del servizio. Più basso è lo spread del broker scelto, maggiore è il profitto per il trader.

Confrontare gli spread di differenti operatori è dunque un altro importante elemento da osservare nella scelta del broker forex, per rendersi conto in concreto dei costi delle transazioni e cercare di accrescere il più possibile i profitti.

 

Articolo promoredazionale 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X