facebook twitter rss

Alla formazione Ascoli – Fermo
la Coppa Italia 2016
per comitati provinciali

BOCCE - Primo storico oro tricolore assoluto per la Federbocce che unisce gli appassionati fermani e piceni. La portoelpidiense Ida Sabbatinelli protagonista nel primo atto della "Partita della Solidarietà" pro Lega del Filo d'Oro di Osimo
Print Friendly, PDF & Email
ascoli-piceno-vincitrice-coppa-italia-seniores-1-1

La compagine vincitrice della Coppa Italia categoria Seniores

MODENA – La prima volta non si scorda mai ed ha un sapore speciale, perché racchiude qualità, temperamento e freddezza. La rappresentativa del Comitato Provinciale Ascoli Piceno della Federazione Italiana Bocce, che comprende tutte le società affiliate delle province di Fermo e Ascoli Piceno, domenica scorsa ha alzato la Coppa Italia Seniores come mai le era successo in passato. Per le Marche è il terzo trionfo nella competizione dopo quelli del Comitato di Pesaro-Urbino nel 1998 e di Macerata nel 2003.

A Modena la squadra guidata da Enrico Pulsoni e composta da capitan Matteo Angrilli, Alfredo Bachetti, Boris Cassarino, Domenico Dari, Daniele Ombrosi e Luca Santone, dirigente Emiliano Cinaglia, è stata protagonista di un esaltante percorso in cui ha mostrato forza di gruppo e nervi saldi, aperto e chiuso con due vittorie ai pallini con Bologna nel primo turno e contro L’Aquila nella finalissima. In mezzo i larghi successi contro Milano negli ottavi, Varese nei quarti e Modena in semifinale. Spettacolare e avvincente l’ultimo atto, in cui le due sfide a coppia hanno provato a far pendere la bilancia da una parte o dall’altra, ma risolto nello spareggio ai pallini (chiuso 9-6), in cui Ascoli Piceno ha dimostrato abilità e grande controllo.

Buono anche il percorso della rappresentativa di Ancona, che dopo aver superato Pistoia e Firenze si è arresa a Modena nei quarti di finale, chiudendo la competizione al settimo posto.

OSIMO (AN) – Presentata venerdì nella sala Vivarelli del Comune anconetano, alla presenza del sindaco Simone Pugnaloni e di numerose autorità sportive, l’edizione numero 23 di “Giochiamoci una bella partita di solidarietà”, manifestazione ideata e organizzata dalla Fib Marche, con il patrocinio di Assemblea Legislativa della Regione Marche, Comune di Osimo e Coni Marche, è entrata subito nel vivo.

L’evento, finalizzato a sostenere la Lega del Filo d’Oro di Osimo e diverse altre associazioni in regione, quest’anno con particolare attenzione ai territori colpiti dal terremoto, ha vissuto nel week-end al centro tecnico regionale della Fontespina di Civitanova la fase regionale femminile e quella provinciale del comitato di Macerata. Tra le donne si è imposta Ida Sabbatinelli (Corva Porto Sant’Elpidio), davanti ad Antonietta Agostini (Oikos Fossombrone), Pasquina Urbinati (Colbordolo) e Franca Castricini (Adriatica Porto Recanati): tutte e quattro hanno ottenuto l’accesso alla finale, in programma il 6 gennaio alla Sacra Famiglia di Osimo. Nella selezione provinciale di Macerata, David Torresi (Castelraimondo) ha sconfitto il compagno di società Massimo Monachesi nella categoria A, Mattia Giampaoli (Fontespina Civitanova) si è imposto su Andrea Pietrella (Helvia Recina Potenza Picena) nella categoria B, Riccardo Carletti (Adriatica Portorecanati) ha battuto Giorgio Luchetti (Corridonia) nella categoria C: tutti e sei hanno conquistato il pass per l’atto conclusivo della gara di solidarietà intitolata alla memoria del Cav. Dino Catinari. Domenica 18 dicembre le bocciofile E. Campanelli di Moie, Città di Ascoli e Oikos Fossombrone ospiteranno le qualificazioni provinciali dei comitati di Ancona, Ascoli Piceno e Pesaro-Urbino.

Tiziano Vesprini


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti