facebook twitter rss

Crollo del mercato locale per il terremoto, come rilanciare l’olio marchigiano? L’impegno della Coldiretti

Print Friendly, PDF & Email

Superare le difficoltà causate dal sisma a livello di danni e di mercato, anche sfruttando le opportunità che arriveranno sul fronte delle Denominazioni di origine, e rendere l’extravergine sempre più “trasparente” con la piena applicazione della legge salva-olio. E’ l’obiettivo del settore olivicolo marchigiano, al centro del convegno che venerdì 3 febbraio aprirà Enoliexpo 2017 a Fermo. L’appuntamento è alle ore 10.30 nella sala convegni del Fermo Forum.

“L’organizzazione dell’edizione 2017 di Enoliexpo rappresenta un segnale importante per un territorio ferito dal terremoto che ha bisogno di far ripartire il più velocemente possibile l’economia, legata indissolubilmente all’attività agricola e al turismo enogastronomico – spiega Tommaso Di Sante, presidente regionale della Coldiretti Marche -. Oltre ai danni gravissimi subiti dagli allevamenti, il sisma sta causando problemi anche al settore olivicolo con il crollo del mercato locale che va a sommarsi agli effetti di un calo produttivo record”.

Non a caso Coldiretti sta dando vita a numerose iniziative per la vendita dei prodotti delle aziende delle zone terremotate. Ma a preoccupare è anche il calo dei turisti con la conseguente necessità di mettere in campo strategie efficaci, dal ripristino delle reti viarie alla realizzazione di strutture per le attività produttive.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti