facebook twitter rss

Il candidato sindaco Marinangeli si presenta:
“Puntiamo sulle persone,
la Lega? Valido interlocutore”

sabato 11 febbraio 2017 - Ore 13:22
Print Friendly, PDF & Email


Doveva essere una conferenza stampa per spiegare i motivi della sua candidatura a sindaco ma in pochi secondi si è trasformata nel suo primo comizio elettorale. Bagno di folla questa mattina per Marco Marinangeli e sala Imperatori gremita. Ci sono anche gli ex consiglieri Andrea Rogante e Gualberto Vitali Rosati e l’ex assessore ai servizi sociali Maria Lina Vitturini. Ma soprattutto tante gente comune. L’ex assessore all’urbanistica della giunta Agostini, sostenuto da due liste civiche e dalla Lega, anche se non esclude l’appoggio di una terza compagine a cui sta lavorando, è pronto al tour de force. “Si parte da subito per cominciare a parlare di programma con tutte le realtà del paese – annuncia Marinangeli  – e da qui ad un mese sveleremo anche simboli e nomi”. Snocciola quello che ha fatto da consigliere provinciale in quattro anni e gli obiettivi raggiunti come assessore con delega all’urbanistica: riqualificazione dell’area ex Cida e dell’area ex Canossiane, nuovo campo sportivo a nord, trasformazione dell’ex hotel dei pini “senza dare incrementi di volumi. Abbiamo portato a casa qualcosa come 5 milioni di euro di opere pubbliche realizzate dai privati e quindi a costo zero per l’amministrazione”. Voglia di cambiamento, quindi, puntando sulle persone. “Siamo sulla strada giusta” dice Marinangeli “la nostra è una aggregazione civica e nasce per la volontà di tanti operatori ed amici che vogliono un cambiamento e non ci stanno ad avere un paese che ha visto un crollo verticale”.

Spende qualche parola anche per Loira. “Gli riconosciamo trasparenza ed onestà ma con limiti enormi nella gestione della cosa pubblica, un’amministrazione frenata dagli stessi partiti e dalla mancanza di forza nell’imporre alcune scelte”. Ed a chi gli chiede conto del perché una coalizione civica “fuori dagli schemi partitici” abbia aperto le porte alla Lega, il candidato sindaco Marinangeli replica che il Carroccio “si è dimostrato un valido interlocutore che ha sposato il nostro credo”. Da qui al giorno delle elezioni Marinangeli punta a recuperare la fiducia dei cittadini e degli operatori ancor prima che a fare annunci sulle grandi opere per Porto San Giorgio. “Abbiamo una città morta. I sangiorgesi sono narcotizzati – spiega Marinangeli – punteremo sulle persone, sulla credibilità e sulla professionalità. Queste sono le caratteristiche di chi ci sostiene, siamo pronti a metterci la faccia”. E cita anche il filosofo Benedetto Croce ricordando che “un politico deve essere prima di tutto capace”. Riserva per la fine le motivazioni della sua candidatura. “Ho accettato perché intorno a me ho visto tanto entusiasmo, ragazzi che hanno chiesto di darci una mano senza avere nulla in cambio. E poi il calore delle persone e degli amici che aspettano da tanto tempo un cambiamento”.

Sandro Renzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X