facebook twitter rss

Bando periferie, l’assessore Luciani replica al Pd: “Benefici sociali principalmente a Lido Tre Archi”

FERMO - Ingrid Luciani: "Il bando ha fra i suoi requisiti interventi in quelle periferie nelle quali la riqualificazione e la valorizzazione siano funzionali ad obiettivi di tipo sociale, in considerazione della componente demografica del quartiere interessato"
Print Friendly, PDF & Email

“Accolgo con favore l’intervento e la volontà propositiva del segretario Ferracuti sulle azioni a favore del litorale fermano. Tuttavia nel rispetto delle proposte positive lanciate, desidero fare delle precisazioni che meglio spiegano sia il bando sulle periferie, cui come Amministrazione abbiamo aderito con un progetto che, in posizione utile di graduatoria, è in attesa di finanziamento definitivo per quel che riguarda Lido Tre Archi, che sottolineare le tante azioni a vari livelli e in tanti settori che l’Amministrazione sta portando avanti nelle zone suggerite”.  Inizia così la replica dell’ assessore ai Lavori Pubblici Ingrid Luciani alla proposta sollevata dal segretario del circolo Pd di Lido di Fermo e Casabianca Paolo Ferracuti (leggi l’articolo).

Assessore Luciani che spiega: “Il bando ha fra i suoi requisiti interventi in quelle periferie nelle quali la riqualificazione e la valorizzazione siano funzionali ad obiettivi di tipo sociale, in considerazione della componente demografica del quartiere interessato, proprio come è Lido Tre Archi, densamente popolato anche da più etnie, in cui l’integrazione potrà partire con interventi che vedano insieme azioni di tipo urbanistico, sociale, sportivo e culturale. Un bando, che prende spunto dalle ricerche del noto architetto Renzo Piano, che si propone di individuare piani di intervento caratterizzati dal preciso scopo di rammendare le periferie alle città, innescando con piccoli interventi mirati e strategici (che il senatore a vita chiama “piccole scintille”) processi positivi di riqualificazione e rigenerazione urbana, rispettando uno dei fini principali e più nobili dell’architettura, cioè quello sociale. Per tali motivi non poteva che essere Lido Tre Archi la zona destinataria, nella nostra città, di un progetto di tal genere, senza dimenticare – fatto di non secondaria importanza – che l’innesco di tali dinamiche positive può generare anche la ripresa del turismo stagionale a Tre Archi, per cui quella zona era nata, turismo del quale potranno beneficiare poi tutte le zone costiere limitrofe, con la loro vocazione commerciale, capace di attrarre il maggior flusso turistico intercettato. Non da ultimo ricordo che Lido Tre Archi, rispetto agli altri quartieri indicati, presenta superfici pubbliche, alle quali potevano essere destinati gli interventi, in numero nettamente superiore e che i benefici del bando sono vincolati alle finalità sociali del progetto già presentato”.

Ingrid Luciani sottolinea: “Fa prossima realizzazione di un’ampia area giochi nella fascia verde di Casabianca. Inizierà invece dal 1 di luglio l’intervento di efficientamento della pubblica illuminazione in tutto il territorio comunale”.

 

ARTICOLI CORRELATI

9 milioni per le periferie, Ferracuti del Pd: “Allargare gli investimenti in tutta la costa fermana”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti