facebook twitter rss

Festa della Pesca: si punta a sostenibilità ambientale e delle produzioni

ORTEZZANO - Domenica 9 luglio nuova edizione per la Festa della Pesca della Valdaso: tra percorsi a piedi e in bici fino alla Cuma, degustazione di frutta e convegni sulla frutticultura sostenibile
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Pesca della Valdaso

L’obiettivo è promuovere un frutto di eccellenza del territorio che ha bisogno di essere promosso perché ha caratteristiche particolari rispetto alle altre pesche e con questo promuovere tutto il territorio”, spiega Giusy Scendoni, sindaco di Ortezzano. Anche quest’anno, infatti, si svolgerà la festa della pesca della Valdaso giunta alla quinta edizione che prevede una sinergia con il vicino Comune di Monte Rinaldo.

Ortezzano

“Quest’anno puntiamo sul concetto di sostenibilità sia dal punto di vista del turismo sia dal punto di vista della produzione, – prosegue il sindaco Scendoni – anche a seguito dell’attivazione dell’Accordo Agroambientale d’Area e del Contratto di Fiume che coinvolge anche i produttori di Ortezzano sul fronte della sostenibilità. Alcune aziende stanno lavorando con la CIA per portare avanti la riduzione dei fertilizzanti chimici. C’è poi il progetto dell’Università di Ancona che sta portando avanti in una azienda di Ortezzano e che è stato presentato alla scorsa edizione. Inoltre rientra in questa visione territoriale anche il progetto Girovallando, portato avanti dall’Ecomuseo. Quest’anno abbiamo voluto riportare la festa a Valdaso di Ortezzano organizzandola nella piazza degli Artisti”.

Domenica 9 luglio alle 9 del mattino da Ortezzano, partirà una passeggiata a piedi e una in bicicletta, su due percorsi diversi lungo i corsi dell’Aso e dell’Indaco, più breve il primo, più lungo il secondo, tra i frutteti fino all’area archeologica La Cuma con visita guidata gratuita al santuario ellenistico romano, nel territorio di Monte Rinaldo. Alle 13 aprirà lo stand gastronomico in piazza degli artisti nella frazione Valdaso, dove si potrà trovare anche la pizza in collaborazione con la locale pizzeria La Luna. Una Festa della Pesca anche a misura di bambino visto che dalle 14.30 Legambiente organizzerà laboratori per i più piccoli.

Alle 17 inizierà il convegno organizzato dalla CIA “La scelta delle varietà di pesco per una frutticoltura sostenibile e di qualità” al quale è stata invitata l’assessore all’Agricoltura della Regione Marche Anna Casini e prevede interventi di rappresentanti di CIA, Legambiente, Ecomuseo della Valle dell’Aso e Università di Ancona, concluso con una degustazione di prodotti della Valdaso. Le pesche, proposte dai produttori di tutta la valle, potranno comunque essere mangiate durante tutta la manifestazione in maniera gratuita con la possibilità di votare la varietà più buona con delle schede fornite dall’Assam, che poi andranno a costituire una banca dati.

La Festa della Pesca è organizzata da Comune e Pro Loco di Ortezzano, Comune di Monte Rinaldo, con la collaborazione di Confederazione Italiana Agricoltori, Ecomuseo della Valle dell’Aso, Legambiente, Agenzia per i Servizi nel Settore Agroalimentare delle Marche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti