facebook twitter rss

Ricky Portera all’Horizon per una
serata all’insegna dei ricordi

EVENTO - La prestigiosa struttura alberghiera di Montegranaro ha ospitato ieri la cena spettacolo con il chitarrista fondatore degli Stadio nonché longevo collaboratore di Lucio Dalla. Serata viaggiante sui temi del romanzo biografico "Ci sono cose che non posso dire", scritto dalla collega Paola Pieragostini
Print Friendly, PDF & Email

Ricky Portera durante uno dei tanti assoli della serata

MONTEGRANARO – L’hotel Horizon non è nuovo al binomio che lo lega ai vip. Nelle scorse settimane, presso la prestigiosa struttura alberghiera veregrense, sono transitati infatti diversi personaggi del mondo artistico e sportivo, attirati dalla sontuosa logistica a ridosso della via degli outlet per il pernottamento legato agli appuntamenti onorati in zona.

L’esecuzione di uno dei primi brani

Quello di ieri è stato invece un vero e proprio spettacolo. Il cofondatore degli Stadio, nonché chitarrista di Lucio Dalla per ben 33 anni, ha intrattenuto gli ospiti della sala ristorante durante e dopo la cena, musicando il romanzo biografico scritto dalla collega Paola Pieragostini “Ci sono cose che non posso dire. Storie di vita di Ricky Portera”. L’appuntamento è stato realizzato grazie a Maria Teresa Virgili, collaboratrice di Elite Agency.

Fender Stratocaster in mano, celeberrimo standard di chitarra nella circostanza a sostituire le Ibanez della serie Custom Prestige RP con cui aveva deliziato il pubblico di riferimento negli anni alle spalle, Portera, tra un racconto ed una canzone ( a fine serata oltre 15 i brani regalati alla platea ) ha spaziato dai primi capitoli della carriera sino a giungere alle principali affermazioni musicali.

Una ballata dedicata alle ragazze presenti

Vita di Dalla e Morandi il pezzo di apertura, poi sotto con le altre produzioni incastonate nella storia della musica italiana come Bella più che Mai degli Stadio, Ma che Colpa Abbiamo Noi, Almeno tu nell’Universo di Mia Martini ( cantata con la partecipazione di una ragazza facente parte dello staff dell’Horizon ), Caruso, Un Senso di Vasco Rossi, un cenno ai Beatles con Help e gran finale con Ballando al Buio, ancora degli Stadio, Attenti al Lupo e Ciao, celebri pilastri del cantautore bolognese scomparso nel 2012.

La strumentazione dove spiccano gli effetti per il sound della pedaliera

Nel mezzo richiami a Ligabue, suo allievo di chitarra, con Urlando contro il Cielo, e di nuovo a Vasco Rossi, vedi Vivere ed Albachiara, interpretate stavolta dal responsabile marketing della struttura, Michele Lauri. Inoltre riferimenti a Finardi, altro esponente con cui Portera ha avuto modo di collaborare, al pari di Anna Tatangelo, Nek, Ron e Paola Turci.

“Sono stato figlio di un destino storto – le parole del musicista di origini messinesi che ha ironizzato -, ciò che mi piaceva in realtà non si è mai elevato a nulla di particolarmente eccezionale, tant’è che Lucio ( Dalla, ndr ) mi chiedeva: questa canzone ti piace? Sì, rispondevo . . . allora la togliamo dall’album, replicava lui . . . “.

La partenza nei primi anni ’70 con la band “Le cinque Lire”, definita da Portera “fantastica ma che faceva la fame” fino ai primi momenti artistici di spessore. “Farò un po’ di soldi con Dalla con queste collaborazioni, poi chissà cosa mi riserverà il destino – il pensiero dell’artista siciliano agli albori del percorso poi consolidato nello star system – e invece si è rivelato, anno dopo anno, un legame praticamente indissolubile”.

La sala ristorante dell’hotel Horizon

Cammin facendo lo show è diventato del tutto interattivo con la platea, per un frangente praticamente solo suonato a scapito dei racconti di vita vissuta, adagiati momentaneamente da un lato.

Le note calde e repentine, tipiche dei suoi assoli, non sono però mai mancate. Toniche e decise, le frasi alla chitarra sono state le vere protagoniste in sala, condivise con gli effervescenti ascoltatori intervenuti fino al picco massimo vissuto con i bis, per come detto, prelevati dal ricco repertorio del cantante e compositore emiliano venuto a mancare cinque anni fa.

Paolo Gaudenzi

 

Fotogallery

Paola Pieragostini, autrice del libro sulla vita del noto chitarrista

Ricky Portera ed il proprietario dell’Horizon, Luigi Catini

Il volume indiretto protagonista della serata


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti