facebook twitter rss

Piano gazebo, Marcattili:
“Non si può più aspettare
ma sarà impossibile accontentare tutti”

PORTO SAN GIORGIO - L'assessore al commercio, Giampiero Marcattili: "In passato non c’è mai stata la volontà di affrontare questo argomento perché si trattava di una nota dolente. Lasceremo congruo tempo agli operatori per adeguarsi al piano per ammortizzare l'investimento"
Print Friendly, PDF & Email

(foto di repertorio)

di Sandro Renzi
Piano gazebo, avanti tutta. E’ di queste ore la notizia che l’assessore al commercio Giampiero Marcattili ha mosso i primi passi per arrivare nel giro di pochi mesi all’approvazione di un piano che regolamenterà l’installazione dei dehors a Porto San Giorgio. Ha preso contatti con un paio di assessori di Porto Sant’Elpidio dove la questione è stata già affrontata e disciplinata. Sarà un punto di partenza per studiare un progetto da calare sulle realtà commerciali sangiorgesi.

 

Giampiero Marcattili

Marcattili non nasconde però le difficoltà.In passato non c’è mai stata la volontà di affrontare questo argomento perché si trattava di una nota dolente. Ora non è più rinviabile. Mi rendo conto d’altra parte che individuare una soluzione accettata da tutti non è semplice. Anche per questo motivo dovremo lavorare in sinergia con l’assessore all’urbanistica Silvestrini”. Qualcosa di simile è stato fatto anche dal comune di Fermo che ha approvato un piano per l’arredo urbano mettendo a sedere allo stesso tavolo tutte le associazioni interessate. Nel caso di Porto San Giorgio sarebbe già sufficiente convocare i negozianti e sottoporre loro qualche idea. Marcattili qualcosa ha già in mente ma ritiene opportuno pure un passaggio con un architetto che possa contribuire a dare suggerimenti su cosa dovrà prevede il piano. Di certo si punta su strutture leggere, trasparenti, infissi sottili con tanto di finestre e, cosa da non poco conto, anche stabili per dodici mesi. Senza dunque la necessità di dover smontare i gazebo per il canonico mese di stacco. Saranno queste con molta probabilità le linee guida.

“Non intendo certo entrare a gamba tesa tra i commercianti –prosegue Marcattili- lo sono stato anche io ma realisticamente ritengo che sarà impossibile accontentare tutti. Quello che l’amministrazione dovrà fare sarà invece lasciare un congruo tempo agli operatori affinché si adeguino al futuro piano per ammortizzare l’investimento”. Già perché alcuni di loro hanno già strutture installate e pagate e forse dovranno sostituirle con delle nuove rispettose dei criteri che daranno gli uffici. Il piano, e questa è un’altra certezza, è ora la priorità del neoassessore al commercio rivierasco. Tanto più se servirà a fare piazza pulita della “giungla” di gazebo che fanno bella mostra di sé in centro. Tutti differenti tanto nei colori quanto nei materiali. Regolamentare il tutto è necessario. “Ed i risultati saranno per tutti” ne è convinto Marcattili.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X