fbpx
facebook twitter rss

Ultras PSG: ”Poderosa ospite in città, precedenza
alla Sangio nelle scelte dei poteri locali”

TIFOSERIA - Nel mirino dei sostenitori del calcio rivierasco l'operato della giunta Loira. "Nulla contro Montegranaro, il basket veregrense è però esterno e come tale si dovrà comportare. Il sindaco dia priorità alla squadra nerazzurra di casa, risolvendo prima di tutto la questione stadio"
Print Friendly, PDF & Email

Il calore dei tifosi di Porto San Giorgio verso la squadra di calcio della città

PORTO SAN GIORGIO – Sull’accordo operativo siglato ieri tra la Poderosa XL Extralight Montegranaro Basket e la Sangiorgese 1922 ( leggi il nostro articolo ), arriva un comunicato dal gruppo Ultras PSG dal tono seguente. 

“In merito ad articolo uscito ieri, ed oggi sulla stampa locale, vorremmo fare alcune precisazioni ed esternare la nostra presa di posizione – si legge nel dispaccio dei tifosi -. Innanzitutto partiamo col dire che non abbiamo nulla contro Montegranaro, e se la società nostra ha scelto di collaborare con la Poderosa che lo faccia pure, noi restiamo fuori da questa scelta, pur non contestando la presa di posizione di Frontoni e soci. Restiamo fuori perché non abbiamo nulla a che vedere come tifoseria con la pallacanestro, poi perché continuiamo apertamente a contestare le scelte che la giunta Loira ha intrapreso in sede di contratto con la Poderosa, lasciando apertamente ampia facoltà di disporre a piacimento nel nostro impianto sportivo, a cominciare dalle pareti pitturate di gialloblù in ogni dove”.

“Siamo inoltre venuti a sapere che il colore giallo verrà rimosso e le pareti saranno quindi di colore blù. Questo già ci sembra una vittoria, dopo il mancato rispetto che i poteri forti locali hanno avuto con i sangiorgesi, e soprattutto con la Vecchia Curva Cimitero che quel palasport lo ha reso grande in tutta ItaliaQuei colori devono essere tolti entro l’8 ottobre -prosegue il testo dei supporters rivieraschi -, data in cui la Poderosa giocherà il suo primo incontro casalingo nel nostro palasport, lo pretendiamo! Domani avremo un incontro con il sindaco, voluto da entrambe le parti, e chiederemo che la Sangio Calcio abbia priorità su tutto, soprattutto su altre realtà sportive che nulla hanno a che vedere con la nostra città, e lo stesso primo cittadino dovrà presentare azioni concrete sul futuro della Sangio. In primis risolvendo in maniera definitiva la questione stadio: che sia cioè identificato una volta per tutte come la casa della nostra beneamata. Giocare a destra ed a sinistra senza fissa dimora non ci sembra dignitoso per una società storica come la nostra. Sempre domani, avremo un altro incontro con i dirigenti della Poderosa, voluto dai veregrensi, e qui faremo capire che pur non avendo niente contro il loro operato, saranno comunque ospiti e per tanto si devono comportare come tali: via subito quel gialloblu’ dalle pareti come hanno promesso!”.

“A differenza di molti poteri forti locali abbiamo un pregio nei tanti difetti che ci caratterizzano – concludono i sostenitori del calcio neroazurro -: non ci prostriamo mai, soprattutto quando si tratta di difendere la dignità della nostra città”.

Paolo Gaudenzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X