facebook twitter rss

Club Forza Italia, Regoli:
“Caregiver familiare, prevedere
un riconoscimento”

Claudia Regoli, responsabile dei Club di Forza Italia nelle Marche. "Secondo l’ISTAT nel nostro Paese sono oltre 3.000.000 i ‘caregiver familiari’, figure ormai fondamentali nella nostra società"
Print Friendly, PDF & Email

Claudia Regoli

“La Regione Marche si attivi per intervenire presso il Parlamento nazionale affinché sia data immediata definizione all’iter legislativo del disegno di legge 2128/XVII per tutelare il lavoro svolto dai ‘caregiver familiari’ e a riconoscerne il valore sociale ed economico per la collettività. Inoltre la giunta Ceriscioli, si impegni affinché la questione sia portata in discussione alla prossima seduta della conferenza Stato-Regioni per un’espressione ufficiale di volontà in questa direzione”.

Lo afferma, in una nota, Claudia Regoli, responsabile dei Club di Forza Italia nelle Marche. “Secondo l’Istat nel nostro Paese sono oltre 3.000.000 i ‘caregiver familiari’, figure ormai fondamentali nella nostra società. Si tratta di persone non retribuite che si prendono cura regolarmente di un familiare un amico o un vicino di casa, in quanto anziano, malato o disabile che necessita di aiuto. La carenza di supporto (di qualunque tipo) al caregiver ha gravi conseguenze sia sulla qualità della vita sia sugli aspetti sociali e soprattutto economici e lavorativi.Una scelta cosi responsabile come la dedizione totale verso chi non è in grado di vivere in maniera indipendente va tutelata ed è pertanto improcrastinabile l’esigenza di disciplinare il suo riconoscimento e sostegno, anche dal punto di vista economico (come in molti altri Stati membri dell’Unione europea). Ciò per valorizzarne la funzione sociale ma anche perché gli siano riconosciuti diritti quali l’informazione, la formazione, il sollievo e il supporto nelle emergenze, la valorizzazione delle competenze acquisite, forme di defiscalizzazione delle spese di cura” conclude Regoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X