facebook twitter rss

Federmoda Cna: delega alle Marche per l’internazionalizzazione

IMPRESE - Doriana Marini della Dienpi di San Benedetto del Tronto e Gianluca Mecozzi del calzaturificio GianRos di Sant’Elpidio a Mare sono i delegati all'internazionalizzazione scelti dalla presidenza nazionale di Federmoda CNA
Print Friendly, PDF & Email

Doriana Marini e Gianluca Mecozzi di CNA Federmoda

di Nunzia Eleuteri

Un bel riconoscimento per le Marche quello avuto dagli imprenditori Doriana Marini della Dienpi di San Benedetto del Tronto e Gianluca Mecozzi del calzaturificio GianRos di Sant’Elpidio a Mare.

Ad entrambi la delega all’internazionalizzazione da parte del consiglio nazionale CNA Federmoda. Doriana Marini è anche presidente regionale e vice presidente nazionale. Nell’ambito dei 14 componenti dell’ufficio di presidenza nazionale di Federmoda sono state assegnate alcune deleghe.

L’unica alle Marche è certamente una delega di prestigio e di riconoscimento per il grande lavoro svolto nella nostra regione in questi anni da parte della sezione territoriale di Federmoda:

 

Doriana Marini, vice presidente nazionale Federmoda CNA

“Il nostro territorio si è distinto per l’impegno nell’ambito della formazione e della promozione. – ha commentato Doriana Marini – Abbiamo organizzato diversi eventi e coinvolto le scuole di moda delle Marche per la diffusione di uno studio sull’etica del lavoro e l’educazione ad un consumo consapevole. Un progetto che riteniamo fondamentale per le nuove generazioni. Federmoda ha siglato da tempo un accordo con il MIUR che prevede seminari sulla legalità perché i giovani siano consci di ciò che indossano, sappiano riconoscere il valore del ‘made in Italy’ e la tecnica che i marchigiani mettono nel realizzare capi di abbigliamento. Un grande impegno – ha proseguito la vice presidente nazionale di Federmoda CNA – è stato investito anche nella promozione e nell’innovazione e questo, credo, sia stato determinante nell’assegnazione della delega all’internazionalizzazione che condivido con il collega Gianluca Mecozzi. Porteremo avanti progetti che abbiano come parola chiave il ‘green fashion’, il consumo consapevole e la promozione. E’ già attivo un portale molto interessante che vogliamo continuare a seguire proprio per l’internazionalizzazione: è il Mood Market che abbraccia aziende con prodotti a marchio proprio come aziende che producono conto terzi. Un’unica piattaforma a cui le aziende estere possono attingere per acquisti o affidare le loro produzioni. In questi quattro anni di mandato cercheremo di dare il massimo per facilitare l’internazionalizzazione ricordando che – ha concluso Doriana Marini – chi ha investito in formazione ed innovazione è riuscito a restare sul mercato nonostante le avversità di questo ultimo decennio.”

 

Gianluca Mecozzi, delegato all’internazionalizzazione per Federmoda CNA

Soddisfatto della delega all’internazionalizzazione anche Gianluca Mecozzi del calzaturificio GianRos di Casette d’Ete, che così ha commentato:”Sono incarichi che rappresentano di certo una forma di volontariato e che accettiamo con orgoglio perché cercare di essere utili in un momento così difficile è un aspetto che non va sottovalutato. C’è fame di nuovi mercati e dobbiamo cercare di fornire risposte e proposte. E’ molto importante per le Marche avere due rappresentanti che possano interloquire con il ministero e gli uffici nazionali ed internazionali, far presenti problematiche e condividere una progettualità imprenditoriale che guardi all’estero. Questa dell’internazionalizzazione – ha specificato Mecozzi – è l’unica delega affidata alle Marche vista come regione di filiera e al contempo di prodotto finito, quindi doppiamente importante che sia rappresentata a livello internazionale. Il messaggio che mi piace dare è che saremo i ‘ministri degli esteri’ di tutti gli artigiani e non solo degli associati. Chi avrà un progetto (sia che si tratti di una fiera, di una missione o di uno show room temporaneo…) potrà presentarcelo e, dopo un’attenta valutazione insieme agli altri delegati, sarà sottoposto al vaglio degli uffici preposti, siano della regione o del ministero allo sviluppo, per ottenere i finanziamenti o l’assistenza necessaria, ecc. Iniziamo, intanto, ad internazionalizzare il prossimo 20 e 21 novembre al Cosmopolitan di Civitanova Marche – ha concluso l’imprenditore elpidiense – Ci sarà un incoming di circa 15 buyer provenienti dal Nord Europa, USA, Russia e Ucraina che incontreranno 60 aziende selezionate del settore abbigliamento, calzatura, pelletteria e accessori. Potrebbe essere un primo passo per fare squadra e portare il nostro territorio all’estero.”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti