facebook twitter rss

“Subito ammortizzatori sociali o le aziende saltano”: il Tavolo provinciale incontra Scalfarotto

ROMA - Con la delegazione del territorio fermano anche l'assessore regionale Bora. Dal sottosegretario l'impegno per il raggiungimento degli obiettivi prefissi
martedì 19 dicembre 2017 - Ore 18:35
Print Friendly, PDF & Email

Il sottosegretario Ivan Scalfarotto

Secondo step per la delegazione dei rappresentanti del Tavolo competitività e sviluppo del Fermano che, dopo aver incontrato lo scorso 30 novembre l’onorevole Bellanova, sono stati ricevuti, insieme all’assessore regionale Manuela Bora, dall’onorevole Ivan Scalfarotto.

“Abbiamo rappresentato al sottosegretario Scalfarotto – commenta la presidente della Provincia di Fermo Moira Canigola – la situazione economica di crisi in cui versa il distretto calzaturiero che anche nell’ultimo anno ha visto ha visto una notevole diminuzione di imprese e la conseguente perdita di posti lavoro. Al sottosegretario abbiamo rivolto, così come abbiamo fatto nell’incontro con la vice Ministro l’onorevole Bellanova, alcune richieste:

– Potenziamento di tutti gli ammortizzatori sociali;

– Tutela normativa del Made in;

– Politiche industriali, in particolare servizi per l’internazionalizzazione e l’innovazione;

– Infrastrutture e politiche attive per il lavoro”.

“La richiesta più urgente è quella degli ammortizzatori – continua la presidente Canigola – per evitare la chiusura di numerose aziende, con conseguente perdita di altri posti di lavoro. Per quanto concerne il made in Italy si tratta di valorizzare e rilanciare uno dei fattori competitivi più importanti del nostro distretto e per l’intero sistema moda.

L’onorevole Scalfarotto, che ci ha ascoltato per circa 2 ore, ha raccolto le istanze rappresentate dichiarando il proprio impegno a collaborare insieme alla vice ministro Bellanova, senza nascondere le difficoltà nel raggiungere gli obiettivi condivisi”.

Sul Made in, ben esposto dal presidente dei calzaturieri di Confindustria Centro Marche Enrico Ciccola, Scalfarotto, pur non sottovalutando le complicazioni per arrivare alla definizione di una normativa Europea e data anche dalle specificità dei vari settori, ha dichiarato il suo impegno e disponibilità a sostegno della richiesta specifica.

L’assessore regionale Manuela Bora, ha confermato che la Regione Marche, entro il mese di gennaio, farà pervenire al Ministero la richiesta per il riconoscimento dell’area di crisi complessa, anche alla luce del fatto che gli strumenti fin ora utilizzati dalla Regione non sono stati sufficienti a risollevare il distretto.

Il sottosegretario Scafarotto ha illustrato i diversi strumenti che il Ministero mette a disposizione, quali Industria 4.0 e voucher per l’internazionalizzazione per supportare le aziende. Il confronto al tavolo nazionale presso il Mise proseguirà nei prossimi mesi.

 

LA DELEGAZIONE

Provincia di Fermo

Moira Canigola – Presidente Provincia di Fermo

Regione Marche

Manuela Bora – Assessore alle Attività Produttive Regione Marche

Roberta Maestri – Dirigente P.F. Programmazione Integrata Commercio – Cooperazione e internazionalizzazione – Regione Marche

Organizzazioni Sindacali

Maurizio Di Cosmo – Segretario Provinciale CGIL

Alessandro De Grazia – Cgil Fermo Filctem

Linda Paoloni – Cgil Fermo

Francesco Interlenghi – Femca Cisl Fermo

Associazioni di Categoria

Enrico Ciccola – Presidente sezione calzaturieri Confindustria Fermo

Paolo Silenzi – Presidente Cna Fermo

Alessandro Migliore – Direttore Cna – Fermo

Paolo Tappatà – Responsabile Confartigianato imprese Ap-Fm


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X