facebook twitter rss

Mircoli, dai lavori per la sicurezza nelle scuole ai progetti per i fondi post-sisma

MONTERUBBIANO - Mircoli: "Attivo lo stabilimento Sigma; lavori in corso nelle scuole del paese; ultimazione dei progetti di consolidamento della torre e dell'archivio comunale"
venerdì 22 dicembre 2017 - Ore 12:14
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Il 16 dicembre è stato inaugurato a Rubbianello il quarto stabilimento dell’azienda Sigma dell’imprenditore Alvaro Cesaroni, il secondo situato nella zona industriale di Monterubbiano. Dopo aver vinto la gara d’appalto la Sigma ha costruito il padiglione in circa 10 mesi ed ora è operativo. In tutto sono una una decina le aziende di rilievo presenti nella stessa zona industriale. “L’indotto che generano queste aziende è importante, ad esempio, per i ristoranti, bar e negozi del nostro comune – spiega il sindaco Maria Teresa Mircoli che aggiunge – da quando ci siamo insediati, nel 2015, il nostro obiettivo è stato quello di superare i limiti del patto di stabilità. Quello che stiamo facendo ora è portare avanti una operazione di sistema, lavorando con filo conduttore.

Abbiamo ottenuto infatti, un totale di 50 mila euro dalla vendita dei lotti nella zona industriale che sono stati restituiti dai privati e poi dagli oneri di urbanizzazione. I fondi sono destinati alla messa in sicurezza delle scuole primaria e secondaria. Abbiamo delocalizzato gli uffici amministrativi accanto al comune. Dove prima c’erano questi uffici oggi c’è la scuola primaria. Riguardo agli uffici amministrativi sono stati rifatti gli infissi e le vetrate oltre alla rete informatica. A Rubbianello la scuola dell’infanzia è stata sistemata con l’installazione di copritermosifoni mentre alla scuola primaria oltre agli stessi copritermosifoni è stata rifatta la terrazza, le colonne, la pavimentazione. I lavori sono ancora in corso”.

Seppur Monterubbiano non sia un Comune inserito nell’area cratere ha già ottenuto 650 mila euro di fondi destinati alla torre civica del polo San Francesco, nel centro del paese di fronte al teatro Pagani, e a parte dell’edificio che ospita l’archivio comunale che risulta lesionato. “L’anno scorso, dopo la prima scossa di terremoto – ricorda il sindaco Maria Teresa Mircoli – sono stati svolte verifiche e fatti controlli ai siti pubblici, alle chiese, torri e scuole. Dopo scorsa di ottobre sono stati ripetuti. I Vigili del Fuoco hanno effettuato una prima messa in sicurezza senza oneri per il Comune, aiutandoci così a superare la fase emergenziale.

Sono poi state redatte le schede Aedes, inviate alla Regione Marche. Siamo quindi stati inseriti nel primo stralcio delle opere pubbliche pur essendo fuori dall’area Cratere. Chiesti e ottenuti i 650 mila euro per la torre civica e parte dell’archivio comunale, ora i progetti preliminari sono sui tavoli degli uffici comunali in fase di ultimazione. Verranno presentati alla Regione per il consolidamento strutturale della torre e dell’edificio dell’archivio comunale che contiene preziosi documenti per la storia di Monterubbiano”, conclude il sindaco Maria Teresa Mircoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X