facebook twitter rss

La mamma di Pamela a Macerata,
in obitorio per il riconoscimento

ORRORE - Alessandra Verni è arrivata verso le 10,35 scortata dai carabinieri. Ha visto il corpo della figlia e circa 30 minuti dopo se n'è andata. FOTO/VIDEO
giovedì 1 Febbraio 2018 - Ore 14:55
Print Friendly, PDF & Email

 

Alessandra Verni all’arrivo in obitorio a Macerata, scortata dai carabinieri

 

di Giovanni De Franceschi

La madre di Pamela Mastropietro, Alessandra Verni, ha raggiunto Macerata questa mattina, chiamata a riconoscere la figlia 18enne, uccisa e fatta a pezzi. Ieri sera è intervenuta, non ripresa dalle telecamere, alla trasmissione Chi l’ha visto? di Raitre. La donna ha detto che a lei nessuno ha comunicato ufficialmente che il corpo trovato nelle campagne di Pollenza fosse quello della figlia. Ha anche raccontato che l’ultima volta che ha visto Pamela risale a qualche giorno fa.

Nella comunità, ha aggiunto la donna, le regole erano ferree: i familiari potevano sentire Pamela solo ogni 15 giorni. E dall’ultima visita non avevano avuto più contatti con lei. Ha inoltre detto di non avere idea del perché si sia allontanata dalla comunità. La donna, distrutta dal dolore, questa mattina ha raggiunto il capoluogo nella speranza che il corpo trovato nella valigia non fosse quello della figlia. Accompagnata dai carabinieri, alle 10,35 ha raggiunto l’obitorio. Ad attenderla diversi fotografi, giornalisti e telecamere di telegiornali e trasmissioni.

Alessandra Verni non ha rilasciato dichiarazioni. All’interno dell’obitorio è rimasta circa 30 minuti. Quando è uscita si è poi coperta il volto e si è allontanata sempre accompagnata dai carabinieri. 

Pamela Mastropietro

La giovane donna è stata uccisa probabilmente tra il pomeriggio e la sera di martedì e poi fatta a pezzi e il corpo sistemato in due trolley lasciati a Casette Verdini di Pollenza, lungo via Dell’Industria. A ucciderla, stando alle indagini dei carabinieri, un nigeriano che vive in via Spalato, a Macerata, e che l’avrebbe incontrata per strada all’uscita della farmacia che si trova di fronte alla casa dove l’uomo, in Italia con permesso di soggiorno scaduto, vive.

(Foto di Fabio Falcioni)

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..


2 commenti

  1. 1
    Cinzia Urbani il 1 Febbraio 2018 alle 14:19

    Struggente….

  2. 2
    Mariucci Maria Rita il 1 Febbraio 2018 alle 16:51

    Povera donna, vedere una figlia in quelle condizioni!!!

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X