facebook twitter rss

Forza Italia torna a Porto Sant’Elpidio:
“C’è un caso Marche, questa Regione è stata dimenticata”

Baldelli, Cangini, Marcozzi, Saltamartini e Ferretti alla Piccola: "Sfruttare il vento di centrodestra per riaffermare i nostri valori"
domenica 11 febbraio 2018 - Ore 18:37
Print Friendly, PDF & Email

Forza Italia si ripresenta alla Piccola di Porto Sant’Elpidio, sede appena tre settimane fa di un incontro di tutto il centrodestra alla vigilia della presentazione delle candidature. Lo fa con i suoi candidati nei collegi centro-sud delle Marche, da Simone Baldelli, capolista alla Camera, al giornalista Andrea Cangini, capolista al Senato, dalla coordinatrice provinciale Jessica Marcozzi (e seconda nel listino al Senato) a Donatella Ferretti, vicesindaco di Ascoli e in lista al plurimoninale per la Camera., fino a Filippo Saltamartini, candidato al plurinominale alla Camera. Frequenti le frecciate al Movimento 5 stelle, visto come unico competitor del centrodestra nella tornata del 4 marzo. “Proponiamo candidati seri, onesti e capaci, con un’esperienza amministrativa che rappresenta una garanzia per i cittadini della nostra capacità di dare risposte concrete ai bisogni del Paese”. A fare gli onori di casa il capogruppo di Fi in città Enzo Farina.

Rilancio economico, capacità di gestione post sisma, sicurezza, infrastrutture, alcune delle buone ragioni illustrate dagli azzurri per cui i marchigiani dovrebbero votare Forza Italia, una regione dimenticata dal Governo centrale, come ribadito a più riprese nel corso degli interventi. “Esiste un caso Marche – sottolinea l’on. Baldelli – Una regione che ha bisogno di uno scossone, a partire dal rilancio dal punto di vista economico, dalla riscrittura di un patto fiscale con i cittadini, che pagano troppe tasse di cui spesso si fatica a comprendere l’utilità. La soluzione è la flat tax”. L’ex direttore del QN – Resto del Carlino, Andrea Cangini, ricorda di aver inizialmente rifiutato la proposta di candidarsi, ma di essersi poi convinto che “in questo momento storico sia doverosa un’assuzione di responsabilità. Credo di aver conosciuto bene le Marche svolgendo la professione giornalistica, mi candido con l’obiettivo di contribuire al bene comune, non più solo con la critica e la denuncia. C’è un vento favorevole al centrodestra che va sfruttato rimettendo al centro parole come sicurezza, identità, comunità e territorio”.

“Il Paese ha bisogno di uno shock fiscale – insiste Jessica Marcozzi – fatichiamo ad attrarre investitori stranieri, mentre le nostre imprese, per l’alto costo del lavoro, tendono a delocalizzare. Non possiamo tornare competitivi senza abbassare drasticamente il costo del lavoro”. Saltamartini tocca un altro tema caldo, la sicurezza, auspicando il recupero dell’ambiente sereno ereditato dalle generazioni precedenti. Per farlo auspica una ripresa “della cooperazione con altri Paesi, per riportare i detenuti nei luoghi d’origine e il rimpatrio degli immigrati irregolari”. Non manca un accenno al terremoto con Donatella Ferretti che ricorda come “il modello ideale per gestire la ricostruzione era quello proposto all’Aquila, dove nessuno è stato lasciato fuori casa”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X