Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Allagata la trattoria Excelsior:
ristoratori sangiorgesi in aiuto
a raccogliere acqua e fango
(LE FOTO)

PORTO SAN GIORGIO - Danni in città a seguito della pioggia torrenziale

di Nunzia Eleuteri

Non si dica che non esiste l’amicizia e che il valore della solidarietà sia morto. Ci sono questo foto a testimoniare che di fronte alle necessità c’è chi si “corcia” letteralmente le maniche in aiuto di chi ha subito un danno. E oggi, purtroppo non per la prima volta, Porto San Giorgio è stata vittima della pioggia incessante che stanotte ha causato allagamenti e smottamenti come pure in altre località fermane (leggi articolo).

E la storica trattoria Excelsior, riaperta da pochi mesi con successo (leggi articolo), non ne è uscita indenne. Chi oggi era in centro, davanti all’ingresso del ristorante, ha assistito ad uno scenario di certo non piacevole: acqua e fango, sedie e tavoli appoggiati fuori per poter ripulire il locale. Non si è perso d’animo il titolare, Camillo Iommi, che, grazie all’aiuto dei figli e di carissimi colleghi, si è adoperato per ripristinare la situazione.

E’ così che Fabio Senzacqua del ristorante CalaMaro e Mauro Luigi Cardinali della Stella Adriatica, non hanno esitato un attimo prima di presentarsi, questa mattina, alla trattoria Excelsior per dare una mano. Stracci e scoponi, secchi e olio di gomito. La fatica non spaventa quando c’è una mano tesa ad aiutare…

“Piove sul bagnato” direbbe qualcuno riflettendo su una situazione delicata per il commercio locale ma se c’è chi ama lamentarsi e stare a guardare, c’è invece chi agisce e non si perde in chiacchiere. In serata, infatti, la trattoria Excelsior sarà di nuovo aperta al pubblico.

E rubando una frase a Seneca:”La nostra società è molto simile a una volta di pietre: cadrebbe, se le pie­tre non si sostenessero reciprocamente”.

Una mattinata, quella odierna che ha visto vigili del fuoco e altre forze dell’ordine, insieme agli operai di Comuni e Provincia in prima linea nel risolvere le varie criticità dovute al maltempo.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti