facebook twitter rss

Tuscania insuperabile, la M&G Videx
cade ancora lontano da casa

SERIE A2 - Pool stregata per la compagine di coach Massimiliano Ortenzi, che assapora così l'ennesima amarezza della seconda parte di stagione. Grottazzolina resta ferma sul fondo della classifica, in attesa di tempi migliori
Print Friendly, PDF & Email

VITERBO – Arriva una nuova sconfitta per la M&G Videx Grottazzolina, che manca ancora una volta l’appuntamento con la vittoria. Gara combattuta per i grottesi, che hanno lottato alla pari con gli avversari per tutto il match, senza riuscire a trovare il guizzo vincente nel finale di ogni parziale.

Formazione tipo per la M&G Videx, che schiera in diagonale Cecato e Morelli, in banda il rientrante Richards e Vecchi, al centro Salgado e Fiori, liberi Calistri e Jacopo Brandi. Dall’altra parte della rete, Tuscania affida la regia a Pedron, opposto a Mochalski, gli schiacciatori sono Cernic e Shavrak, i centrali Calonico e Festi, libero Sorgente.

IL TABELLINO

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 3: Shavrak 11, Calonico 11, Mochalski 17, Cernic 11, Festi 7, Pedron 2, Sorgente (L) 47%, Bonami, Piscopo. N.e.: Buzzelli, Della Rosa, Crò, Seveglievich, Bonami (L). All. Montagnani

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA 0: Vecchi 4, Fiori 13, Morelli 11, Richards 14, Salgado 9, Cecato, Calistri (L1) 47%, Brandi J. (L2), De Fabritiis. N.e.: Minnoni, Brandi N., Pison, Gaspari, Romagnoli. All. Ortenzi

ARBITRI: Rossi e Cavicchi

PARZIALI: 25-22, 25-23, 26-24

LA CRONACA

In avvio di primo set, parte bene Tuscania, con Mochalski che si rende pericoloso al servizio e fa soffrire la ricezione grottese, portandosi subito avanti di 2 (4-2). L’allungo dei padroni di casa arriva immediato grazie ad un errore in attacco degli ospiti, ed è 9-4 Tuscania. La Videx fatica ad entrare in partita, ma trova il guizzo vincente per accorciare le distanze prima dai 9 metri (15-11, Richards), quindi con un doppio muro (20-18, Richard, Salgado) e costringendo Montagnani a spendere il suo primo time-out. Tuscania però non ci sta e risponde con un controbreak di 4-0, respingendo l’offensiva di Morelli e compagni, che cedono il passo 25-22.

Nel secondo parziale regna l’equilibrio, con le due squadre che procedono punto a punto e si sfidano a colpi di minibreak. La Videx mantiene il doppio vantaggio per larga parte del set, fino all’aggancio a quota 15 firmato Shavrak in pipe. Il sorpasso di Tuscania arriva nel finale, sul 21-19, poi è Shavrak a trovare il set point (24-22). Fiori annulla il primo, ma Cernic capitalizza il secondo ed è 25-23 per i laziali.

Tuscania riprende in mano il gioco anche nel set successivo, e si porta subito avanti 6-2. Ortenzi ferma il gioco per far riflettere i suoi, ma la situazione non cambia e Mochalski può allungare 10-4 con il diagonale vincente da posto 2. L’ace di Vecchi consente ai suoi di restare in scia (13-9) e Fiori sfrutta lo stesso fondamentale per dimezzare il distacco (14-12). Morelli trova il mani-out che vale il -1 e a quota 20 arriva l’aggancio, sempre grazie al servizio di Vecchi. Si va ai vantaggi, con Tuscania che mantiene il cambiopalla e chiude 26-24.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X