facebook twitter rss

Mi ha puntato una siringa alla gola, urlava
che mi avrebbe infettato
“: tabaccaio rapinato
sotto shock, ragazzo fermato dalla polizia

FERMO - Il tabaccaio Doriano Camilli racconta l'aggressione subìta: "Sono andato al pronto soccorso per lo spavento". La polizia, dopo una rapida indagine, ha fermato un giovane residente sulla costa fermana
Print Friendly, PDF & Email

La tabaccheria Camilli rapinata ieri sera

“Mi ha bloccato, da dietro, con il braccio sinistro. E con la mano destra mi ha puntato una siringa al collo. Poi, urlandomi che mi avrebbe infettato, mi ha rapinato”. E ancora sotto shock Doriano Camilli, il titolare dell’omonima tabaccheria di via Nenni, a Lido Tre Archi, che ieri sera è stato rapinato da un giovane che, arraffato qualche centinaio di euro dalla cassa, è scappato, non senza prima minacciare nuovamente il tabaccaio intimandogli di non denunciarlo, o gliela avrebbe fatta pagare cara (leggi l’articolo). “E’ entrato verso le 20,15 – racconta Camilli – e si è messo a guardare degli accendini. All’interno della tabaccheria c’era una donna che ha comprato le sigarette e poi è uscita”.

A quel punto il malvivente, a volto scoperto, è entrato in azione: “E’ passato dietro al bancone, mi ha bloccato e minacciato con quella siringa. Non mi faccio intimorire da armi o coltelli. Pensavo di essere immune a simili spaventi e invece quella siringa mi ha paralizzato”. E così il ragazzo è riuscito ad arraffare il denaro in cassa e a scappare. “Si parla tanto degli stranieri che delinquono. Qui è stato un italiano perché ci sono stranieri buoni e stranieri cattivi, italiani buoni e italiani cattivi. Sul posto, subito dopo, sono arrivati gli agenti di polizia della questura di Fermo che, in collaborazione con i carabinieri del comando provinciale, hanno subito avviato le ricerche del rapinatore. E nella serata di ieri i poliziotti, dopo una rapida indagine, mentre Camilli si recava al pronto soccorso a causa dello spavento e dello shock subìti, hanno fermato un ragazzo residente sulla costa fermana.

g.f.

RAPINA IN TABACCHERIA Siringa in mano si fa consegnare l’incasso e scappa: caccia aperta al bandito in fuga


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X