facebook twitter rss

Guerra di ‘mezza estate’ tra Pd e Lega, D’Alessio: “Tulli parla di cose che non conosce, non si sforza di capire nel puro stile Legastellato”

FERMO - Il segretario Pd: "Dopo la partenza d'obbligo contro gli immigrati, la prova prevede la polemica giornaliera con il PD, non importa su cosa e con quale fondamento, ed il tiro al Rom con il fucile ad aria compressa"
Print Friendly, PDF & Email


“Evidentemente il buon Tulli sta ancora cercando di ottenere il punteggio per l’abilitazione di giovane dirigente della Lega. Dopo la partenza d’obbligo contro gli immigrati, la prova prevede la polemica giornaliera con il PD, non importa su cosa e con quale fondamento, ed il tiro al Rom con il fucile ad aria compressa. Al fine di evitare quest’ultima prova, gli rispondiamo anche oggi, sperando che il Tulli raggiunga il punteggio necessario”. E’ scontro di mezza estate tra Carlo D’Alessio, segretario cittadino Pd di Fermo e il consigliere Gianluca Tulli della Lega. A replicare a quest’ultimo dopo gli ennesimi attacchi di ieri (leggi l’articolo) è proprio il segretario Pd.

D’Alessio che scrive: “Fa bene Tulli, leghista di ferro da 20 giorni,  a dire che sulla questura ed altro (Provincia compresa) ‘è meglio non parlarne piu perché a parlare ci penseranno i documenti!’ Infatti, quando la polemica spicciola lascerà il passo alla storia, troveremo che sulla proposta di legge relativa alla istituzione della provincia di Fermo in Regione, c’è il nome di Pietro Diletti, in Parlamento quello di Fabrizio Cesetti, e dell’istituzione della questura quello di Paolo Gentiloni.
Tutto il resto, come direbbe il compianto Franco Califano, “è noia!” Sulle “batoste elettorali”, da dirigente locale qual’ è ancora Tulli, (poi tra una ventina di giorni si vedrà vista la rapidità di carriera) crediamo che farebbe bene ad occuparsi di quelle della Lega locale, visto che, pur in un momento favorevolissimo a livello nazionale, riescono a perdere dappertutto a livello locale. Dopo Sant’Elpidio a mare e Porto San Giorgio, è arrivata anche la batosta di Porto Sant’Elpidio, dove le vittorie sono tutte targate PD!
Infine sulla camera di commercio, vorremmo chiedere a Tulli alcune cosette, se ad esempio ne comprende il funzionamento, se sa da chi sono composte, se sa chi decide, come si sono espresse le rappresentanze territoriali che la compongono, se sa come si sono espresse le altre camere di commercio della regione, se sa che anche in caso di stop del Governo saranno gli stessi soggetti a doversi esprimere di nuovo? Se Tulli sa dare risposte a queste domande, cosa di cui dubitiamo fortemente, la domanda è:- da chi, la politica, dovrebbe difendere la camera di commercio di Fermo? Da loro stessi? È evidente, e concludiamo, che Tulli parla di cose che non conosce e non si sforza di capire, nel piu puro stile Legastellato, convinto che in fondo, una falsità ripetuta piu volte diventi verità.
In questo pensiamo che Tulli, sia del tutto coerente con il “Governo del cambiamento” in salsa Gattopardiana”.

 

Tulli incalza il Pd fermano: dalla difesa della Camera di Commercio alla sanità

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X