facebook twitter rss

Semina il panico con una spranga,
i residenti: «Non incolpate Tre Archi»
Spuntano nuove segnalazioni,
doppio intervento della Fifa security

FERMO - Dopo lo scompiglio a Lido Tre Archi, le domande che si pongono i residenti. Segnalato, nel corso della stessa nottata un giovane che si è acceso una sigaretta in ospedale per poi importunare alcuni clienti di un bar vicino al Murri. In entrambi i casi pronto intervento della Fifa security
venerdì 16 Novembre 2018 - Ore 10:11
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

“Non incolpate Lido Tre Archi. Con episodi del genere il nostro quartiere non ha nulla a che vedere, se non come il luogo fisico in cui è accaduto il fatto. Potrebbe succedere dappertutto”.

E’ la presa di posizione di alcuni residenti nel quartiere costiero di Fermo, da sempre al centro di attenzioni da parte delle forze dell’ordine in materia di sicurezza, spaccio e prostituzione, sull’ultimo fatto, in ordine di tempo, associato a Tre Archi, ossia quello avvenuto nella nottata tra mercoledì e ieri quando un ragazzo poco più che ventenne, di origini africane, ha creato scompiglio, intorno alle 2 di notte, armato di una spranga di 50 centimetri. Colpi alle serrante, bottiglie in frantumi. Con il giovane a brandire quella spranga anche contro le forze dell’ordine intervenute per calmarlo. Alla fine la polizia è stata costretta a usare contro di lui lo spray urticante con i carabinieri a bloccarlo, nel corso oltretutto di un tentativo di fuga, e ad accompagnarlo al pronto soccorso.

“Ecco, al pronto soccorso – incalzano i residenti – analizziamo i fatti nei limiti di quello che possiamo sapere. Questo ragazzo, che si vede nel quartiere da un paio di settimane e quasi ogni giorno urla per strada, ha combinato un bel casino. Carabinieri e polizia hanno anche rischiato grosso per bloccarlo. Lo hanno accompagnato in ospedale. E nel giro di poche ore quel giovane, a nostro avviso con qualche problema, era di nuovo in giro. Alle 10 di ieri mattina alcuni di noi lo hanno visto camminare da Lido di Fermo direzione Tre Archi. E’ assurdo che le forze dell’ordine siano chiamate a intervenire, plachino gli animi, rischino anche la loro incolumità, come d’altronde passanti e residenti, e da lì a breve il problema potrebbe ripresentarsi perché una normativa adeguata e in grado di risolvere simili questioni non c’è. Quel giovane è di nuovo in giro. Lo vediamo spesso in spiaggia. Dove alloggia? Di cosa vive?”.

Il ragazzo è stato denunciato dai carabinieri per detenzione di arma impropria. E lunedì notte è stato assistito dai medici del pronto soccorso. A fine trattamento è stato dimesso.

E spuntano nuove segnalazioni, al vaglio delle forze dell’ordine, che parlano di un ragazzo che si è acceso una sigaretta nella sala d’attesa del pronto soccorso. Segnalazioni e descrizioni del soggetto che combaciano con quelle del giovane che ha creato scompiglio a Lido Tre Archi poco prima, lunedì notte. Il ragazzo con quella sigaretta all’interno dell’ospedale è stato fatto uscire da un agente della Fifa security chiamato pochi minuti dopo, parliamo delle 6 del mattino, da un bar poco distante dal nosocomio fermano, per allontanare lo stesso soggetto che aveva iniziato a importunare dei clienti. La barista, preoccupata, ha richiesto l’intervento della Fifa security. E anche in quel caso un agente, immediatamente intervenuto, ha fatto allontanare il soggetto dal pubblico esercizio.

E non si esclude nemmeno che possa trattarsi dello stesso ragazzo che pochi giorni fa è andato in escandescenza al pronto soccorso e in via Speranza. Anche in quella circostanza, a intervenire sono stati carabinieri e agenti della Fifa security

Crea scompiglio e inveisce contro le forze dell’ordine armato di spranga, la polizia usa lo spray urticante: bloccato

Crea scompiglio al pronto soccorso e in strada, placato da Fifa security e carabinieri


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X