facebook twitter rss

Martino Mastellari: “Perdere
così contro la Fortitudo brucia”

SERIE A2 - Un testa a testa continuo che, specie nel terzo quarto, aveva acceso le speranze della Poderosa XL Extralight, decisamente all’altezza della capolista: la parola ai protagonisti del big match dopo la sconfitta onorevole della squadra di casa
Print Friendly, PDF & Email

Antimo Martino, allenatore della Fortitudo

PORTO SAN GIORGIO – Al PalaSavelli si affievoliscono i cori delle due tifoserie che se ne ritornano a casa mentre  ai microfoni acquistano volume le parole dei coach delle due compagini avversarie.

A prendere la parola per primo è Antimo Martino, che fa i complimenti alla Poderosa per la tenacia. Lui che l’aveva già incontrata la scorsa stagione, quando era timoniere dell’Orasì Ravenna, dice del team di Pancotto: “Rispetto allo scorso anno l’ho vista ancora più solida, come maturata, anche se già nello scorso campionato aveva fatto benissimo e pertanto sarà un’ulteriore impresa ripetere certi risultati”. Continua elogiando i suoi per la capacità di riprendere in mano la partita dopo un momento di difficoltà, dovuto anche agli errori di Hasbrouck: “Sbagliano anche i grandi, ed infatti dopo si è fatto perdonare con due bombe da tre”.

Cesare Pancotto

La verità è che i protagonisti del match sono stati i tiri liberi, determinanti nella vittoria dei bolognesi. Tale affermazione serve però a constatare quanta energia ci abbia messo la Poderosa per tenere a bada nelle situazioni attive la capolista: “Di questa domenica devo prendere anche i lati positivi”, dice Cesare Pancotto, che esordisce ringraziando il numeroso pubblico accorso al palas (ben 4000 persone). Analizzando la partita, sottolinea come sia rimasto contento della sua squadra: “Stiamo crescendo, stiamo maturando, e lo abbiamo dimostratok con una tteggiametno sempre positivo”.

Martino Mastellari, guardia della XL Extralight

Ed è proprio il fatto che non sia stata premiata la tenacia e la non arrendevolezza, che lascia l’amaro in bocca. Portavoce per i suoi compagni di questo rammarico è Martino Mastellari, guardia dei gialloblu: “Mi brucia un sacco non vincere oggi, perché il percorso che stiamo facendo non ci meritavamo di perdere. Però devo anche riconoscere che è meglio uscire sconfitti con una avversaria tosta come la Fortitudo perché possiamo essere orgogliosi di averlo fatto a testa alta”.

 

Articolo correlato: 

Una spettacolare Poderosa non riesce a fermare la Fortitudo: termina 71-76


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti