facebook twitter rss

Soccorsi speciali, il comitato fermano della Croce Rossa Italiana in prima linea

FERMO - Ospitato il primo addestramento sperimentale per le unità dei soccorritori speciali di Croce Rossa Italiana di Marche e Abruzzo
Print Friendly, PDF & Email

Domenica scorsa (LEGGI QUI) il comitato locale di Croce Rossa Italiana di Fermo, guidato da Ludovica Lignite, ha ospitato la prima attività formativa sperimentale per il centro sud Italia in materia di “Urban Search And Rescue” (ricerca e soccorso dei dispersi intrappolati sotto macerie), rivolta alle unità dei soccorsi speciali di Marche e Abruzzo.

Il settore Soccorsi Speciali della Croce Rossa Italiana è composto dalle unità alle quali è richiesto un alto livello di competenza e di organizzazione in base all’ambiente e alle circostanze in cui sono chiamate ad intervenire. In particolare esse sono preposte ad operare in ambienti ostili (zone difficilmente accessibili, crolli di strutture, ecc.) a supporto delle strutture operative professionali dello Stato.

L’attività è stata coordinata da Francesco Lusek che, in base alla lunga esperienza formativa e operativa accumulata, ha trasmesso ai partecipanti le nozioni per operare in sicurezza e integrarsi con i soccorritori professionali. Lusek è stato affiancato dal Medico dell’emergenza Marco Ercoli che ha approfondito le tecniche di estrazione e stabilizzazione delle vittime intrappolate tra le macerie. Il supporto tecnico-logistico e la gestione del punto di coordinamento è stato garantito dalla sede fermana dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco Volontari, con il presidente Samuele Santarelli che ha seguito ogni fase della giornata.

Il programma formativo è stato sviluppato nella sede della Cri per la parte teorica e presso l’area adiacente al lago di pesca sportiva in località San Marco alle Paludi, dove è stato allestito un mini-cantiere finalizzato ad effettuare le simulazioni pratiche.

All’iniziativa hanno partecipato venti operatori dei soccorsi speciali marchigiani e abruzzesi, tre formatori, venti volontari dell’associazione vigili del fuoco e consulenti esterni. Da registrare la presenza del referente nazionale di questa specialità Claudio Lamolinara, uno dei massimi esperti in Italia del settore.

La giornata, oltre agli obiettivi raggiunti in merito all’addestramento dei soccorritori, ha avuto un particolare risvolto simbolico in quanto è stata gestita da persone che hanno vissuto direttamente i soccorsi connessi ai terremoti di Abruzzo nel 2009 e del Centro Italia nel 2016, in un’area geografica adiacente alle zone colpite dai recenti eventi sismici.

Dispersi sotto le macerie, esercitazione riuscita per le unità speciali della Croce Rossa (FOTO E VIDEO)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti