facebook twitter rss

Santa Barbara e i vigili del fuoco,
Mariantoni: «Cerimonia di buon auspicio
per il comando provinciale» (Le Foto)

FERMO - Il comandante provinciale dei vigili del fuoco, oggi pomeriggio nella chiesa di Sant'Antonio per festeggiare Santa Barbara: "Su un totale di 7569 interventi di soccorso tecnico urgente 1833 (circa il 24 %) sono stati effettuati dal personale operativo di Fermo"
martedì 4 Dic 2018 - Ore 19:46
Print Friendly, PDF & Email

(foto Simone Corazza)

Santa Barbara e i vigili del fuoco, un legame indissolubile quello tra i pompieri e la loro santa patrona onorata questa mattina a Ascoli Piceno. E nel pomeriggio, alle 17, a Fermo, nella chiesa di Sant’Antonio. Vigili del fuoco con, in testa, il loro comandante provinciale, l’ingegner Paolo Mariantoni che, dinanzi a autorità civili e militari con in testa il prefetto Maria Luisa D’Alessandro, ha ringraziato i presenti e tirato le somme dell’attività 2018.

“Prima di tutto voglio ringraziare monsignor Francesco che ci ha ospitato in questa bellissima chiesa che tra l’altro è la parrocchia della sede di Fermo e che ha voluto fortemente essere lui a celebrare questa messa nella ricorrenza della nostra patrona Santa Barbara.
Ho voluto organizzare questa semplice cerimonia perché – spiega Mariantoni – mi sembrava poco opportuno far spostare tutti i presenti a Ascoli Piceno nella nostra sede centrale per la celebrazione che si è svolta questa mattina (dove sono state anche consegnate le onorificenze. Dei vigili del fuoco di Fermo premiato Pierluigi Cruciani) e poi perché voglio vedere questa cerimonia come un buon auspicio per la prossima inaugurazione del comando provinciale dei vigili del fuoco di Fermo che è ormai pronto ad accogliere il personale e che andrà a completare le strutture dello Stato presenti su questo territorio.


E non posso non ringraziare il prefetto Maria Luisa D’Alessandro sia per la sua gradita presenza sia per il determinante contributo che ha dato, insieme a tutti i suoi predecessori e al suo qualificato staff, in primis Biele e Picarella, alla realizzazione della sede del futuro comando provinciale e all’apertura del distaccamento di Amandola, seppure in una sede provvisoria. Ringrazio tutte le autorità che con la loro partecipazione dimostrano ancora una volta di voler essere vicini al corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Ringrazio tutti i vigili del fuoco in congedo, gli iscritti all’associazione nazionale dei vigili del fuoco, i rappresentanti sindacali, i cittadini e i familiari dei vigili del fuoco oggi qui presenti.
Per ultimi ma non per importanza, voglio ringraziare tutto il personale della sede di Fermo, che insieme ai colleghi della sede centrale di Ascoli Piceno, di San Benedetto del Tronto, di Amandola e di Arquata del Tronto, hanno sostenuto in questo 2018 un gravoso impegno lavorativo.
Senza annoiare sui dati statistici che ho enunciato questa mattina voglio solo dire che su un totale di 7569 interventi di soccorso tecnico urgente 1833 (circa il 24 %) sono stati effettuati dal personale operativo di Fermo.

Ciò dimostra ancora una volta e qualora ce ne fosse stato bisogno quelle qualità che vengono riconosciute ai vigili del fuoco nel loro lavoro quotidiano e che, vorrei ricordare, sono state ribadite il 3 maggio 2018 dall’allora ministro dell’Interno Marco Minniti durante la consegna della medaglia d’oro al valor civile alla nostra bandiera, con la seguente motivazione “alle prime luci dell’alba, nonostante le proibitive condizioni atmosferiche, i primi operatori del corpo nazionale dei vigili del fuoco riuscivano a raggiungere, con un elicottero, un hotel travolto da una slavina, per prestare soccorso alle numerose persone rimaste intrappolate all’interno della struttura crollata. l’attività di ricerca proseguiva senza sosta nei giorni successivi e anche in ore notturne, impiegando più di mille unità di personale che, con straordinaria determinazione ed eccezionale spirito altruistico, lottando contro il tempo e le enormi difficoltà ambientali, riuscivano, avvalendosi, a trarre in salvo alcuni sopravvissuti e a recuperare i corpi di coloro che avevano perso tragicamente la vita. gli interventi compiuti con grande professionalità, sprezzo del pericolo e altissimo senso del dovere, suscitavano l’ammirata riconoscenza dell’intero paese. 19-26 gennaio 2017 – fraz. rigopiano/farindola (Pe)” . Viva i vigili del fuoco, viva Santa Barbara”.

Il prefetto Maria Luisa D’Alessandro e, alla sua destra, il comandante Paolo Mariantoni


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..




Gli articoli più letti


Caricamento..
X