facebook twitter rss

Festa del Liceo Classico, genitori e studenti: “Grazie a quanti hanno lavorato per consentire una serata di puro divertimento”

TORRE SAN PATRIZIO - Il grazie di ragazzi e genitori: "Quale luogo migliore per ricordare che eravamo lì per divertirci solo per divertirci e non con la paura e l’ansia che potesse succederci qualcosa. Ed è per questo che vorremmo ringraziare le Istituzioni che abbiamo fortemente sentito vicine"
lunedì 24 Dicembre 2018 - Ore 12:30
Print Friendly, PDF & Email

 

(immagine di repertorio)

Ad oltre ventiquattr’ore dal Gran Gala del Liceo Classico è arrivato il tempo dei bilanci. Un appuntamento che, dopo i tragici fatti di Corinaldo, aveva messo in allarme numerosi genitori per quanto riguarda la capienza dei locali e la presenza di tanti ragazzi, molti dei quali minorenni. Le prevendite dell’evento sono andate a gonfie vele, anzi, hanno superato le aspettative. Da qui la mobilitazione del Prefetto di Fermo Maria Luisa D’Alessandro, del questore Luciano Soricelli e del titolare della discoteca Le Dome e Baladì Franco Santoni che per una notte ha letteralmente stravolto l’organizzazione dei suoi due locali spostato la festa dai ragazzi dai saloni del Le Dome, dove era originariamente prevista, alla sala liscio del Baladì, uno spazio complessivo di 2 mila metri quadrati.

“Sono passate 24 ore e possiamo fare un consuntivo del lavoro svolto – spiegano alcuni genitori – Di per se questa festa, oramai da anni, ha sempre impegnato molto gli organizzatori, ma quest’anno ancor di più. Grande lo sforzo per garantire la massima sicurezza nei locali e che tutto si svolgesse nel migliore dei modi. Il cambio di location, come è noto per motivi di sicurezza, è stato d’obbligo dopo che la festa cominciava a registrare un numero considerevole di partecipanti, infatti sono stati accolti circa 1000 ragazzi su uno spazio complessivo di ca. 2000 mq”.

Nel corso della serata gli studenti non hanno voluto dimenticare quanto successo a Corinaldo:  “Fermata la musica – spiegano – abbiamo ricordato i recenti fatti attraverso un breve silenzio che si è poi concluso con un grande applauso. Quale luogo migliore per ricordare che eravamo lì per divertirci solo per divertirci e non con la paura e l’ansia che potesse succederci qualcosa. Ed è per questo che vorremmo ringraziare le Istituzioni che abbiamo fortemente sentito vicine e che ci hanno garantito la massima sicurezza, attraverso incontri fatti di raccomandazioni e rassicurazioni. Un grazie al Prefetto di Fermo, al Questore e a quanti hanno lavorato per consentirci di godere a pieno di una serata all’insegna del puro divertimento”.

 

Festa degli studenti a Le Dome, la prevendita supera le aspettative e Franco Santoni sposta tutti al Baladì: “Sicurezza prima di tutto”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X