facebook twitter rss

Torna alla luce un cunicolo medievale:
il gruppo Speleo Cai e i tecnici del Comune
si calano nella voragine
(LE PRIME FOTO)

FERMO - Massimo Spagnoli: "Il primo tratto è molto stretto, alto un metro  20. Mano a mano che si entra dentro il cunicolo si alza ed arriva ad un'altezza di due metri e 15 centimetri. Ad un certo punto c'è un salto poi e continua ancora per un'altezza che varia da un metro e 20 centimetri ad un metro 50"
martedì 19 Febbraio 2019 - Ore 18:09
Print Friendly, PDF & Email

Il Gruppo Speleo Cavità Artificiali Cai all’interno del nuovo cunicolo venuto alla luce

di Paolo Paoletti

foto Cai Speleo Fermo, UTC Comune di Fermo, Roberto Rossini (riproduzione riservata)

Un antico cunicolo, di epoca medievale, che dal punto della prima voragine creatasi sotto via Bellesi sale trasversalmente fin sotto l’arco di Sant’Antonio e prosegue verso via Sant’Anna. E’ la straordinaria scoperta del Gruppo Speleo Cavità Artificiali Cai di Fermo che nella giornata di ieri si è calato all’interno della voragine apertasi lo scorso 8 febbraio. Con loro, a supervisionare la discesa, anche gli addetti dell’ufficio tecnico del Comune di Fermo, la Sovrintendenza per i Beni Archeologici delle Marche e i tecnici Ciip.

Proseguono infatti i lavori e le indagini sulle due voragini che si sono aperte in via Bellesi. Mentre la più recente, in prossimità del Montani, si tratterebbe di una fognatura, a rivelare un vero e proprio tesoro sotterraneo storico è la prima voragine, in prossimità dell’arco.

Massimo Spagnoli, coordinatore del Gruppo Speleo Cavità Artificiali Cai di Fermo si è calato insieme alla sua squadra composta da Peppe Scoccia, Tonino Marinangeli e Roberto Rossini all’interno della misteriosa ‘camera’ dalla quale si intravedeva un arco. Con loro anche il funzionario tecnico del Comune di Fermo, il geometra Geremia Iommetti. Sul posto anche l’assessore ai Lavori pubblici Ingrid Luciani.

Una volta dentro la scoperta: la presenza di un antichissimo cunicolo totalmente privo di acqua, nonostante la vicina Fontenova e una cisterna di deposito delle acque. Il cunicolo si estende trasversalmente passando sotto l’arco e salendo verso via Sant’Anna.

“Si tratta di un percorso completamente asciutto – spiega Spagnoli –  il primo tratto è molto stretto, alto un metro 20. Mano a mano che si entra dentro il cunicolo si alza ed arriva ad un’altezza di due metri e 15 centimetri. Ad un certo punto c’è un salto poi e continua ancora per un’altezza che varia da un metro e 20 centimetri ad un metro 50. Le ipotesi al momento sono al vaglio della Sovrintendenza Archeologica”. Uno scarico? Un passaggio medievale? Come mai non vi è alcuna traccia di acqua al suo interno?  Tante le domande da sciogliere così come capire cosa sia lo stanzone che si trova nel punto in cui l’asfalto è franato. Una grande camera  caratterizzata dall’arco visibile ad occhio nudo da sopra la voragine.  “E’ una situazione molto complessa – conclude Spagnoli –  tanti sono gli interrogativi su cui lavorare”.

Assessore Ingrid Luciani che spiega: “Conosciamo bene la Fermo sotterranea, anche grazie al lavoro del Cai, ma molto è ancora ignote e da scoprire, da semplici scarichi fognari a condotti più complessi, come in questo caso. I lavori Ciip si erano tenuto ad un livello superiore rispetto alla profondità del cunicolo rinvenuto. Queste irregolarità del terreno sopo spesso difficilissime da rilevare anche con il georadar, servono controlli incrociati e spesso, se si tratta di passaggi non mappati, è davvero difficile individuarlo. Seguiamo con molto interesse questi approfondimenti in corso. Vorrei ringraziare Ciip, il gruppo Speleo e i tecnici del Comune di Fermo per questo grande lavoro. L’obiettivo è individuare chiaramente questo nuovo percorso per poi poter riaprire la strada”.

Sovrintendenza che nei prossimi giorni continuerà il suo lavoro di ricerca e studio in attesa di una risposta. Sicuramente si tratta di una scoperta che contribuirà ad arricchire la storia della Fermo sotterranea.

 

Si apre una voragine in via Bellesi, scoperta una grotta sotto la strada (FOTO E VIDEO)

LA SCOPERTAI segreti di Fermo sotterranea: nella voragine spunta un arco (LE FOTO)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X