facebook twitter rss

Tragedia sulla ‘Lungotenna’,
il Fermano piange Gaia Roganti
e grida: “Strada pericolosa”

FERMO/PORTO SAN GIORGIO - I funerali di Gaia si terranno giovedì alle 15,30 nella chiesa di San Giorgio, a Porto San Giorgio
mercoledì 20 Marzo 2019 - Ore 13:14
Print Friendly, PDF & Email

Gaia Roganti

“Oggi piangiamo la giovane Gaia Roganti. E non vogliamo più piangere per delle vite che si spezzano lungo quella strada ‘maledetta’”.

E’ la denuncia, mista a cordoglio e rabbia, di alcuni residenti lungo la strada provinciale Lungotenna dove ieri mattina ha perso la vita la 26enne sangiorgese Gaia Roganti. I residenti, e con loro alcuni automobilisti di passaggio, partono da un aspetto prettamente infrastrutturale: “La Lungotenna è diventata nel corso degli anni una delle principali arterie di collegamento tra la costa, la statale Adriatica, e il capoluogo di provincia. Da lì con la zona industriale e altamente urbanizzata di Campiglione e Molini Girola, dove ci sono anche delle strutture cardine del Fermano come il Fermo Forum, e l’entroterra fermano. Insomma tutto questo per dire che moltissimi automobilisti scelgono la Lungotenna per i loro spostamenti dalla costa all’entroterra, e viceversa. Ma parliamo di una strada poco illuminata e con una carreggiata davvero limitata e limitante rispetto alla mole di traffico che ad ogni ora è costretta a sopportare. Quando due auto si incrociano, o peggio, mezzi pesanti, c’è da tremare.

L’auto, distrutta, nella quale viaggiava Gaia Roganti

In molti tratti è facile finire fuori strada. A ciò, per carità, si aggiunga la velocità che molti automobilisti tengono senza sapere i rischi che corrono, che andrebbe sicuramente combattuta e limitata, magari con dei dossi. Ma con una strada sempre e comunque in sicurezza”. Insomma una chiarissima richiesta di adeguamento infrastrutturale motivato dai tempi che cambiano, dall’incidenza veicolare e dalle nuove vie di collegamento, residenziali, artigianali e industriali del Fermano. “Non sappiamo le cause alla base della tragedia di ieri. Ma resta il fatto che la Lungotenna è pericolosissima, a tutte le ore”.

Tornando alla tragica scomparsa di Gaia Roganti, da ieri mattina, quando la notizia ha iniziato a diffondersi nel Fermano, tanti i messaggi di cordoglio sui social network, moltissimi dei quali a ricordare Gaia come una ragazza allegra, piena di vita, sempre pronta ad aiutare gli altri, una lavoratrice con quella passione per la fotografia. Una giovane vita spezzatasi troppo presto, una ragazza che, con la sua tragica scomparsa, ha fatto cadere il Fermano nella più profonda disperazione. Le esequie di Gaia Roganti si terranno domani pomeriggio, alle 15,30, nella chiesa di San Giorgio, a Porto San Giorgio. 

Tragedia sulla ‘Lungotenna’, schianto contro un albero: muore una ragazza

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X